ATLETICA & IMPIANTI: a Pesaro il Campo Scuola è solo un ricordo!

  • Marche
  • Pesaro (PU)

Nuovo appuntamento con la rubrica di www.atleticaleggera.org relativa all’impiantistica dell’atletica italiana.
In questo numero racconteremo delle vicissitudini connesse con il campo scuola di Pesaro, ringraziando una nota conoscenza dell’atletica italiana, Valeria Fontan, operante sul campo assieme al consorte Luca Vandi… ma vi racconteremo di seguito di cosa stiamo parlando.

A PESARO IL CAMPO SCUOLA E’ SOLO UN RICORDO!

Che una politica nazionale (figuriamoci territoriale) a tutela degli impianti di atletica italiani esista è una mera fantasia, che invece ne esista una “anti-atletica” e soprattutto “anti-piste” è un oggettivo dato di fatto. Certo, non dettato dalla inutile volontà di rimuoverle senza motivo, ma ancor peggio dettata dalla necessità di altri sport che, nella carenza culturale-sportiva dei nostri giorni, riescono a sopraffare le richieste e gli spazi di cui l’atletica ha bisogno.

Così ancora una volta la storia si ripete a Pesaro, la seconda cittadina delle Marche, da sempre fiore all’occhiello per la sua splendida pista del Campo Scuola, immersa in una cornice di verde unica e piacevole, divenuta un semplice ricordo a seguito di continue e reiterate opere di devastazione, mutilazione e incuria.

La prima denuncia in merito (di tempi recenti) risale al 2009 ad opera del Presidente della FIDAL Provinciale, Alfredo Dellia, il quale, ripercorrendo la storia e le attività di ampio respiro svolte nell’impianto, si interrogava sulla legittimità dell’aver trasformato un campo comunale di atletica leggera, prima in un campo da calcio, successivamente in uno da football americano! Così, prima con la rimozione di una delle due mezzelune interne alle corsie per l’allargamento del campo in erba, poi con l’istallazione delle panchine ed infine con l’adattamento degli spazi alle necessità del football (in particolare con l’innalzamento degli alti pali utili a delimitare le porte di questo sport), sommato all’incuria che ha reso la pista ad un deposito di fogliame, l’impianto pesarese è ormai giunto al suo massimo declino.

Appare assurdo come su di un impianto che ha prodotto fior fior di atleti di prima linea per il movimento italiano, si finisca come in tante altre situazioni a dover rinunciare in primis all’utilizzo delle chiodate, tale e tanta risulta essere la compattezza del manto rosso, aggravato dalla recente concessione delle corsie alla pratica dello… skiroll !!! (sci a rotelle!!!)

Valeria Fontan (54”32 sui 400m in carriera – 1983 – nonché attuale detentrice del Record Italiano sulla 4x400m Juniores) e Luca Vandi (capace di un oggigiorno inpensabile 3’38”60 sui 1500m nel 1987, all’epoca sopravanzato da grandi nomi come Stefano Mei) raccontano di come nella maggior parte dei casi si debba optare per svolgere le sedute di allenamento su sterrato o sull’erba (negli spazi utilizzabili), nonostante il clima di cordialità e dialogo instaurato con gli adepti del football, ma sono le carenze strutturali a non rendere possibile un’ottimale preparazione dei loro ragazzi.

E dire che sul campo l’ASD Marche Nord, nata dalla collaborazione delle società Atletica Avis Fano-Pesaro e Gymnasium Pesaro, può contare su un centinaio di atleti presenti, cui vanno a sommarsi tutti i podisti che sfruttano l’impianto per i propri allenamenti, senza dimenticare che sono nati atleticamente su questa pista la campionessa italiana allieve sui 1000m indoor, Eleonora Vandi (2’57”55 – figlia di Valeria e Luca), e la recente medaglia di bronzo sui 200m promesse di Misano Adriatico, Lorenzo Angelini (21”15), entrambe tesserati per l’Atletica Avis Macerata.

Allo stato odierno però questa pista è in drastico stato di abbandono, nonostante ripetute e rinnovate promesse avanzate dall’amministrazione comunale, la quale aveva inizialmente ipotizzato pubblicamente un rifacimento del manto agli inizi dello scorso anno, posticipando ad ottobre, poi successivamente allo scorso marzo, per poi far cadere nel dimenticatoio la questione… noi approfittiamo per riportare l’argomento in auge, per permettere di far si che se ne parli e che, nei tempi più celeri possibili, si possa anche risolvere, sia per una questione di etica e rispetto dei diritti dei cittadini-fruitori del campo sportivo, sia per l’atletica leggera che ha sempre sfruttato questi spazi per i Giochi della Gioventù/Giochi Sportivi Studenteschi, sia per permettere ad un polo di valore tecnico indiscusso di non dover traslocare o, ancor peggio, esser condannato ad estinzione indotta!

Speriamo di potervi positivamente aggiornare presto in merito a tale situazione, nel frattempo vi invitiamo a commentare questo articolo, a continuare ad inviarci materiale necessario per dare spazio alle sofferenze dell’atletica italiana e vi rimandiamo al prossimo numero di questa nostra rubrica.
Per ogni contatto è possibile utilizzare l’indirizzo info@atleticaleggera.org

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

APRILE
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento