ATLETICA E IMPIANTI: La situazione del Nicola Tubaldidi Recanati

  • Italia
  • Marche
  • Recanati (MC)

Ritorna su www.atleticaleggera.org la rubrica di approfondimento concernente lo stato degli impianti sportivi nazionali ed alle problematiche ad essi connesse.
In questo numero attraverseremo l’Italia, partendo dall’estremo nord ovest genovese per trasferirci sul versante adriatico, per raccontare la vicenda tutta marchigiana del Nicola Tubaldi di Recanati (MC). Ringraziamo Federico Boldrini per averci portato a conoscenza della questione.

 

Nicola Tubaldi: Sarà ancora lo stadio dell’atletica leggera recanatese?

 

Lo stadio recanatese dell’Atletica Leggera, il Nicola Tubaldi, rischia di perdere l’omologazione! Un allarme, una catastrofe, …un grave dilemma!
Si, è proprio così, l’impianto sportivo comunale, intitolato ad uno dei più attenti ed impegnati personaggi recanatesi del mondo dell’atletica leggera, rischia di perdere la propria natura, la propria predisposizione, il proprio motivo d’essere, quello di ospitare la pratica dell’atletica nella cittadina marchigiana, causa (anche in quest’occasione) l’ormai sempre più latente incompatibilità con la pratica e le necessità del gioco del Calcio.

Lo stato di allerta si era iniziato ad insediare tra i mesi di ottobre e novembre quando, a seguito della pubblicazione su tutte le testate giornalistiche locali, pervenne al Primo Cittadino, Dott. Francesco Fiorenzo, la lettera inoltrata dalla società calcistica dell’USD Recanatese (qui il testo) inerente la richiesta di sostituzione dell’attuale manto erboso con uno sintetico.

Qualcuno “istintivamente” starà pensando: “...e qual è il problema?"
Beh, il problema esiste ed è anche serio: il Tubaldi risulta essere omologato dalla FIDAL come “stadio di atletica leggera con manto erboso”; la modifica di tale situazione comporterebbe quindi il decadimento dell’omologazione dello stesso!
Sembra assurdo o a dir poco incredibile, ma pare che questa possibilità sia stata seriamente presa in considerazione e l’assurdità non sta nella scelta, comunque legittima, da parte dell’amministrazione comunale, quanto invece nel fatto che la stessa si era impegnata con la locale società di atletica per l’istallazione della gabbia di Martello/Disco per avanzare la richiesta di ospitare un Campionato Italiano nella stagione agonistica 2013!

Un vero e proprio controsenso, un po’ come se guidando l’auto, arrivati ad un incrocio, si fosse deciso di svoltare contemporaneamente sia a destra che a sinistra! Che si farà?
Una decisione andrà presa, ma una decisione urgente, pensata, studiata e soprattutto lungimirante dati i numerosi problemi e le conseguenti necessità che, in ognuno dei casi, si andranno a porre.

-        Nel caso del rifacimento del terreno di gioco sintetico, l’atletica leggera si ritroverebbe a perdere l’unico impianto locale attrezzato per permettere l’allenamento e le competizioni delle discipline di lancio (Peso, Disco; Giavellotto, Martello). A tal scopo l’amministrazione si sarebbe detta disponibile a destinare un’area adiacente al campo a tale pratica, snaturando però al contempo la possibilità di assistere integralmente alle competizioni (un po’ come se si chiedesse ad una partita di calcio di giocare con mezzo campo nello stadio e mezzo campo fuori di esso!)

-        Nel caso in cui il manto erboso non venisse rinnovato invece, l’atletica leggera continuerebbe a svolgere regolarmente la propria attività, ma sarebbe il Calcio a dover rinunciare alla propria attività date le disposizioni della Lega di appartenenza la cui deroga sull’utilizzo dell’impianto in scadenza al termine del campionato in corso, deroga concessa per permettere l’adeguamento della struttura ai canoni previsti per la disputa degli incontri.

L’Atletica Recanati è quindi in agitazione ed in mobilitazione per tutelare gli oltre 200 tesserati presenti sull’impianto, di cui almeno i tre quarti con meno di 18 anni e tra i quali svettano i due giovanissimi lanciatori Giulia Miraglia e Francesco Donnini, capaci di primeggiare al recente trofeo invernale regionale di lanci di Ascoli Piceno (22/01/12) ottenendo entrambe il minimo per i campionati italiani di categoria, in particolare Francesco qualificatosi per la Finale Nazionale di Lucca del 25/02/12 dove nel lancio del Giavellotto giovanile ha ottenuto la settima posizione.
Sia loro che i rispettivi compagni attendono quindi notizie, rassicurazioni e la giusta serenità che dei giovani atleti meritano per poter praticare la propria disciplina, poter crescere, imparare ed arricchire il movimento nazionale che non può permettersi simili situazioni.

Una situazione difficile quindi, non poco preoccupante, ma di primissima rilevanza, accentuata dalle legittime e comprensibili richieste di entrambe le associazioni sportive operanti, entrambe attive e presenti (nei rispettivi sport) su scala nazionale, per la quale, a nostro avviso, l’unica soluzione realmente efficace (ma poco praticabile date le attuali situazioni economiche pubbliche) comporterebbe la creazione di un nuovo impianto, data l’incompatibilità dei bisogni delle parti in causa.

Vi aggiorneremo sulle evoluzioni future della questione sulla quale continueremo a mantenere l’attenzione alta, in supporto a tutti i tesserati ed ai simpatizzanti/praticanti dell’Atletica Recanati, rimandandovi in ogni caso al prossimo appuntamento di questa rubrica previsto per il 6 aprile 2012.

 

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

APRILE
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento