ATLETICA E IMPIANTI: Villa Gentile: un vero esempio!

  • Italia
  • Liguria
  • Genova

Con questo articolo prende il “LA” la nuova rubrica del portale www.atleticaleggera.org che si prefiggerà di andare a rintracciare, raccontare e denunciare contesti di eccellenza e vanto, ma anche e soprattutto di allarme, carenza e/o disagio correlate con strutture sportive e, ovviamente, con la pratica dell’atletica leggera.
Il cammino sarà lungo ed attraverserà tutte le regioni italiane, dando spazio a chiunque vorrà segnalare e divulgare situazioni peculiari e, qualora possibile, seguendo le evoluzioni dei temi trattati nel tempo.

Per una scelta redazionale, si è deciso di avviare tale rubrica con una storia che può considerarsi già sulla strada del “lieto fine”, allo scopo di contribuire alla crescita del movimento con l’esempio del “si può fare”, in un momento storico in cui demoralizzazione e scarsa convinzione la fanno da padroni, complice la scarsezza di investimenti (pubblici e privati) ed un’assuefazione latente ai problemi.
Intervisteremo quindi Annalisa Cevasco, la presidente dell’ASD Trionfo Ligure, una delle più longeve realtà dell’atletica genovese ed italiana, nonché società promotrice, con il gruppo dell’Atletica Quadrifoglio, del “miracolo di Villa Gentile”.

 

 

 

VILLA GENTILE (GE): quando la volontà conta più di ogni altra cosa!


Ciao Annalisa,
il portale www.atleticaleggera.org dà il benvenuto a te ed al gruppo da te rappresentato per questa inaugurazione di una rubrica nata proprio chiacchierando con te dei problemi concernenti gli impianti sportivi dell'atletica nazionale. Abbiamo vissuto nell’ultimo anno da vicino le sorti dell’impianto di Villa Gentile, pubblicizzate a largo spettro da te ed Angelo Gazzo; vorremmo quindi chiederti una piccola sintesi di cosa è accaduto presso la struttura all’inizio della vostra “disavventura”.

Ciao Carlo,
tutto è iniziato tra la fine del 2008 e l’inizio 2009, quando ci fu il ragionevole rischio che l’impianto d Villa Gentile fosse inserito in un project financing che avrebbe dovuto trasformare la pista in un parcheggio per i mezzi di trasporto pubblico.
Su stimolo di Angelo Gazzo, oggi direttore tecnico del Trionfo Ligure, allora tecnico dello Sportlife di La Spezia, ma che operava a Genova, nasce il gruppo su Facebook denominato “GIU’ LE MANI DA VILLA GENTILE”.
Il gruppo raccoglie, nel giro di poche settimane, un numero cospicuo di amici, superando rapidamente i 1000 iscritti e attestandosi attorno ai 1500 partecipanti.  Il gruppo fa scalpore e Angelo Gazzo viene ripetutamente intervistato dai media locali e sensibilizza in tal modo sia il sistema politico locale, sia il sistema sportivo (FIDAL e CONI) che iniziano ad affrontare il problema.  Dopo circa sei mesi di serrati interscambi, viene scongiurato il pericolo della perdita dell’impianto, unico dedicato, esclusivamente all’atletica leggera a Genova, e si inizia una nuova fase: il recupero dell’impianto. Infatti, ottenuto di mantenere l’impianto per l’atletica leggera è diventato obiettivo primario, far rinnovare le attrezzature, ormai usurate e rifare la pista che presentava numerosi problemi e non si potevano più utilizzare le diverse corsie.
Dopo un periodo di trattative con le istituzioni politiche e sportive, il gruppo su Facebook, sempre guidato da Angelo Gazzo, ha deciso di intraprendere la strada di un atto di responsabilità civile ed ha presentato al Comune di Genova un progetto che prevedeva l’acquisto delle nuove attrezzature (compresa indagine di mercato) e una proposta di recupero della pista.
Tale progetto, strutturato secondo le norme richieste per poter accedere a dei finanziamenti, è stato concretzzato proprio dal Comune di Genova ed ha poi ottenuto l'erogazione fnanziaria da parte della FONDAZIONE CARIGE che ha permesso il rifacimento della pista, mentre il Comune, con fondi propri, ha acquistato le attrezzature.
La terza fase è quella che si è conclusa il 6 marzo 2012 con la firma del contratto: la messa a bando dell’impianto.
Sulla base della nuova legge nazionale sugli impianti sportivi, il Comune di Genova ha iniziato un’operazione di affidamento degli impianti di sua proprietà a soggetti privati. Tale scelta ha portato all’aprirsi di un nuovo scenario: Villa Gentile poteva essere preso in gestione da soggetti diversi dalle società di atletica e rischiare, quindi, di non essere più destinato in modo esclusivo a tale sport; ciò sarebbe significato chiudere l’atletica leggera a Genova.
La scelta di Trionfo Ligure e di Atletica Don Bosco Universale è stata quella di proseguire il cammino di responsabilità civile intrapreso dal Gruppo di FB e quindi si è dato vita ad un’Associazione Temporanea di Scopo, QUADRIFOGLIO, e si è concorso al bando per la gestione presentando un progetto di miglioramento e valorizzazione sia del campo sia delle attività proposte.  Il progetto ha vinto e il contratto è stato firmato, tanto che nei prossimi mesi inizierà l’avventura: "VILLA GENTILE 2012 – 2022".


Tra un problema e l’altro però siete riusciti a far valere le vostre ragioni, come?

Si, abbiamo ottenuto attenzione.
Come detto il primo strumento è stato proprio il gruppo di Facebook che ha avuto successo e ha fatto parlare di sé sui media locali.
In particolare una delle emittenti, che in quel periodo ha realizzato un canale esclusivo sullo sport ligure, ha preso a cuore la storia di Villa Gentile e ha aiutato a costruire il “caso”, coinvolgendo politici e istituzioni sportive, CONI e FIDAL.
Diciamo che per un anno Villa Gentile è stata agli onori delle cronache.
Le riunioni con i decisori sono state numerose, ma il dibattito sul ruolo dello sport è ancora aperto, perché il rischio è che fatti alcuni interventi ci si senta poi liberi di non interessarsi più al più ampio problema del ruolo e del significato che lo sport dovrebbe avere nella quotidianità.  La Regione Liguria ha fatto una bella legge sullo sport di cittadinanza, ha messo un paletto importante, ma è poi necessario avere risorse e strategie per dare corpo alle importanti affermazioni ideali.

Com’è stata vissuta la questione dai non addetti ai lavori e dall’amministrazione locale? Avete avuto supporto, dimostrazioni di sostegno, aiuti concreti nel riuscire a venire a capo della questione? O sono state maggiori le forze in opposizione?

I non addetti, residenti nel quartiere del campo, sono stati spesso di appoggio, perché hanno lottato con il Gruppo  per non trasformare Villa in un parcheggio. Tieni conto che Villa Gentile è anche parco pubblico. Abbiamo trovato disponibilità nell’attuale Assessore allo sport, le maggiori difficoltà si erano avute con il predecessore. All’inizio è stato farraginoso e faticoso il rapporto con le istituzioni sportive locali, che non avevano immediatamente capito che remavamo tutti dalla stessa parte, ma alla fine si è trovato equilibrio e concertazione. Villa Gentile ha fatto da coagulo di tutto il mondo atletico.


Sapresti fornirci delle stime, anche grossolane, del numero di utenti dell’impianto (casomai con un raffronto prima/dopo)?

Si stimano attorno alle 300.000 presenze/anno, considerando le manifestazione regionali, scolastiche, ecc. Giornalmente ci saranno circa 250 persone.
Il parlare di atletica, tuttavia, non ha aumentato significativamente il numero degli utenti, il movimento è ancora molto piccolo, troppo piccolo, ma la sua crescita è l’obiettivo del prossimo decennio.


.

Sappiamo che la tua nomina è stata frutto di una sorta di “rinnovamento” di una società storica, ma ringiovanita da una politica aggregativa e costruttiva che avete portato avanti negli ultimi anni. Ci puoi raccontare un po’ la storia del Trionfo Ligure e dell’Atletica Quadrifoglio?

Si è vero, sono stata nominata per volontà del Past President, che ha voluto questo cambiamento per iniziare un processo di rinnovamento, che adeguasse la Società alle nuove richieste che il mondo sportivo deve affrontare.
Il percorso di trasformazione è nato con l’intento di costruire nuove relazioni tra le società, che portassero ad aggregazioni: processo inevitabile in un momento in cui viene richiesta efficacia ed efficienza, secondo modelli più di tipo “aziendale” che non di volontariato, come sono sempre state le società sportive.
L’idea è stata quindi quella di creare una nuova società di tipo culturale, Atletica Quadrifoglio, composta da Trionfo Ligure, Universale Don Bosco e Alba Docilia, con lo scopo di lavorare sul movimento dell’atletica sul piano dei grandi temi, ma anche sulla formazione e la crescita dei tecnici e dei ragazzi.
Non paghi, tuttavia, abbiamo creato due altre aggregazioni, entrambe finalizzate a gestire due strutture dedicate all’atletica leggera. THE TUBE, che gestisce, in collaborazione con la Polisportiva Pontecarrega e i paracadutisti, un pistino coperto attiguo a una pista di atletica, oggi in condivisione con il calcio, dove si pratica salto con l’asta e attività indoor. Gestire tale spazio, significa mantenere un presidio sull’anello esterno, perché non diventi di pertinenza esclusiva del calcio, considerando che ad oggi non è più possibile né lanciare né saltare.
Infine abbiamo formato QUADRIFOGLIO srl sportiva per la gestione di VILLA GENTILE, di cui abbiamo vinto il bando e sottoscritto il contratto.

Che tipo di attività si svolge oggi a Villa Gentile, sia sulla pista che al di fuori di essa?

Ad oggi a Villa Gentile si svolge esclusivamente attività di atletica leggera è l’unico spazio totalmente dedicato in tutta la città.  A Villa Gentile è possibile praticare tutte le specialità dell’atletica e vi si allena la maggioranza degli atleti genovesi e liguri che studiano a Genova, non ultimi i due campiono SALIS e ABATE. Lo spazio è anche utilizzato dalle società di podismo che praticano sia attività all’interno sia usano lo spazio per la prima parte del loro allenamento, per poi proseguire con attività su strada.
A Villa Gentile si svolgono molte delle competizioni regionali.
Nei prossimi dieci anni speriamo che diventi un vero motore di sviluppo del movimento dell’atletica, aiutandolo a crescere sia in termini quantitativi sia qualitativi.

Per completezza d’informazione, possiamo ricordare ai nostri lettori dove e come possono rintracciarvi, sia per partecipare alla vostra attività, sia per avvicinarsi alla pratica dell’atletica leggera?

Possono trovarci su FB gruppo TRONFO LIGURE, consultando il sito www.trionfoligure.it o www.atleticaquadrifoglio.it  o all’indirizzo di posta elettronica mail@trionfoligure.it o al numero 010585100

 

Ringraziando Annalisa e tutti i sostenitori dell'impresa di Villa Gentile, a partire dai tesserati del Trionfo Ligure, vi salutiamo, promettendo di aggiornarvi sulle prossime evoluzioni relative all'impianto e vi rimandiamo al prossimo appuntamento con la presente rubrica, prevista per il 23 marzo 2012.

 

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

APRILE
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento