Azzurri quinti nella 50km di Taicang

L'Italia della marcia inizia la sua avventura in Coppa del Mondo con il quinto posto a squadre nella 50km. A Taicang (Cina), il migliore degli azzurri è Jean-Jacques Nkouloukidi, ventesimo in 3h53:44, seguito da Teodorico Caporaso (27°/3h58:44) e Federico Tontodonati (38°/4h10:49). Squalificato, invece, prima del ventesimo chilometro Lorenzo Dessi. Vittoria individuale e a squadre alla Russia (su Ucraina e Cina) che fa doppietta con l'argento iridato Mikhail Ryzhov (3h39:05 migliore prestazione mondiale stagionale) e Ivan Noskov (3h39:38). Terzo (3h42:48) l'australiano Jared Tallent, argento olimpico e bronzo iridato della specialità. Nella 10km degli juniores il cinese Wenkui Gao si impone in 39:40, record della manifestazione davanti al giapponese Matsunaga (39:45 primato nazionale) e al russo Markov (39:55). Azzurrini sesti nella classifica per team vinta dalla Cina. Diciannovesimo l'ex allievo Gregorio Angelini che si migliora a 43:36 e centra lo standard di iscrizione per i Mondiali Juniores di Eugene (43:40) precedendo Daniele Todisco, ventesimo in 44:19.

IL RACCONTO
50KM - A Taicang mattinata dal cielo coperto e temperatura che alla partenza non supera i 15 gradi. Sessanta gli uomini schierati al via. La fotografia della classifica finale è quasi monocolore con la Russia che monopolizza quattro su cinque delle prime posizioni. Matematico e schiacciante il successo per team con lo score-record di 7 punti che eguaglia il bottino dei loro connazionali a Torino 2002.
Teodorico Caporaso (foto Colombo/FIDAL)Teodorico Caporaso (foto Colombo/FIDAL)

Ryzhov e Noskov fanno praticamente gara spalla a spalla per 47 chilometri (avvio veloce in 44:26 ai 10km e passaggio in 1h50:33 al giro di boa), quando l'argento iridato allunga il passo e guadagna oltre mezzo minuto di vantaggio su Noskov. La linea del traguardo sancisce così l'affermazione di Ryzhov (17° nella passata edizione di Saransk) che realizza anche la migliore prestazione mondiale dell'anno 3h39:05, trascinando al personale il connazionale, secondo in 3h39:38. Bronzo a Tallent al quale anche stavolta sfugge il metallo più prezioso, quello che ancora manca alla sua ricca collezione di medaglie internazionali. Il 29enne, vicecampione olimpico in carica, dopo essere rimasto alle costole dei due battistrada per 30km (per lui passaggio in 2h12:34), perde progressivamente terreno fino a chiudere il podio in 3h42:48. Nell'ordine d'arrivo la bandiera della sua Australia è l'unica a rompere la linea russa che prosegue con il veterano classe 1971 Yury Andronov e Alexey Bartsaykin, rispettivamente quarto (3h43:52) e quinto (3h46:34 PB). Il primo italiano è Jean Jacques Nkouloukidi protagonista di una rimonta avviata a metà gara (quando viaggiava in 37esima posizione in 1h57:36) e che lo ha portato sotto l'arco d'arrivo in 3h53:44, ventesimo. Per il finanziere allenato da Patrizio Parcesepe è il secondo crono in carriera dopo il PB di 3h52:35 centrato nel 2011 ai Mondiali di Daegu quando fu sedicesimo. Discorso analogo per il quasi ingegnere Teodorico Caporaso, ventisettesimo in 3h58:44 (42° al suo passaggio dei 25km in 1h59:21). Di meglio il 26enne dell'Enterprise Sport & Service ha fatto solo l'anno scorso in Coppa Europa a Dudince (3h56:45). Stringe, invece, i denti Federico Tontodonati.
Gregorio Angelini (foto Colombo/FIDAL)Gregorio Angelini (foto Colombo/FIDAL)

Per il piemontese del CUS Torino rimasto intorno alla ventesima posizione fino al 35° (passaggio in 2h42:43), gli ultimi 15km diventano praticamente in salita. L'azzurro alla fine resta lontano dai suoi crono più significativi, ma il suo trentottesimo posto in 4h10:49 (considerata anche la squalifica di Lorenzo Dessi) risulta determinante per il quinto a squadre dell'Italia.          

10KM juniores - Cade il primato della manifestazione ad opera del cinese, classe 1995, Wenkui Gao che dopo aver battagliato a lungo con il giapponese Daisuke Matsunaga (giro di boa in 19:53 per entrambi) ha la meglio nel finale. 39:40 il suo crono vincente, staccando di 5 secondi l'avversario che "si consola" con il record nazionale portato a 39:45. Bronzo al russo Nikolay Markov 39:55. L'azzurrino Gregorio Angelini - nel 2013 settimo sui 10.000 metri ai Mondiali Allievi di Donetsk - è diciannovesimo in 43:36 (21:52 ai 5km). Due minuti esatti di personal best per l'ancora 17enne pugliese dell'Alteratletica Locorotondo che ottiene anche il "minimo" (43:40) per la prossima rassegna iridata juniores di Eugene. Subito dietro di lui si piazza ventesimo (44:19) il lombardo Daniele Todisco (Geas Atletica).

Alessio Giovannini

RISULTATI/Results
comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

MARZO
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento