BOLT: Ultimo Record e poi il calcio

Usain Bolt dopo la vittoria dei 200 metri a Berlino dichiara di voler raggiungere prima un nuovo record mondiale e successivamente dedicarsi al calcio:nel giro di quattro anni Bolt vuole lasciare l'atletica e diventare calciatore professionista.

E' stato lo stesso campione giamaicano a rivelarlo alla Bbc. “Posso avere ancora 4 anni di successo se mi alleno bene. Quando smetto mi piacerebbe giocare a calcio per altri 2 anni“ afferma Bolt. Poi, aggiunge “Guardo sempre le partite in tv e penso che potrei giocare anch'io. Magari riuscirò a trovare una squadra di medio livello, sono un buon centrocampista”.
La risposta alla provocazione è arrivata subito dal Prof. Carlo Vittori: “Bolt non faccia lo spaccone, piuttosto si dia ai 400 per trovare nuovi stimoli, proprio come fece Mennea”.
Per l'ex preparatore atletico di Mennea e Baggio, quella di Usain Bolt di passare dall'atletica al calcio non è affatto una buona idea, sottolineando “Non glielo consiglio proprio, anche perchè dove può andare a giocare? Non certo in una squadretta. Magari potrà fare altri sport, ma se è vero che ha problemi al tendine d'Achille, il calcio è da escludere”.
 
Nato il 21 agosto del 1986, specialista nella velocità, è l'uomo più veloce di tutti i tempi. Il suo grande talento atletico è ben visibile fin dai primi anni.
Sin da giovane pratica diversi sport, soprattutto il cricket. Dopo essere entrato nella William Knibb Memorial High School, l'allenatore di cricket nota le sue grandi doti velociste e decide di farlo partecipare a gare di atletica leggera.
Nel 2002, nei mondiali juniores, Bolt ha la sua prima occasione per mostrare il suo talento a livello mondiale.
Nella gara dei 200 metri stabilisce il suo nuovo record personale (20”61) ed ottiene la medaglia d'oro.
Nel giro di pochi anni migliora ulteriormente il suo primato sulla distanza, diventando un professionista.
A partire dal 2004, si consacra come uno dei più talentuosi velocisti di sempre (tra l'altro è l'unico atleta ad essere sceso sotto i 20” in una gara dei 200 metri in un torneo juniores). Durante tutto il 2007 Bolt fa registrare ottimi risultati, vincendo medaglie e, soprattutto, abbassando in continuazione i suoi record personali.
E' attualmente campione olimpico e mondiale sulla distanza dei 100 metri piani, 200 metri piani e della staffetta 4x100 metri, discipline di cui detiene anche i record mondiali, stabiliti ai Giochi Olimpici di Pechino (4x100 metri) e durante i Mondiali di Berlino 2009 (100 metri e 200 metri).
Per le sue grandi doti di sprinter è soprannominato Lightning Bolt (fulmine).
Il 2 luglio 2009, durante un'intervista, Bolt dichiara di essere in grado di ritoccare, e di molto, i record dei 100 metri e dei 200 metri che già gli appartengono: “Penso di poter andare più forte. Ritengo che arrivare a 9”50 nei 100 sia possibile, ci stò lavorando. Ora non sono nella migliore condizione, ma penso che lentamente sarò in grado di rimettermi in forma in vista dei mondiali”.
A pochi giorni da queste dichiarazioni, il 7 luglio 2009, durante il Meeting Internazionale di Losanna, Bolt corre i 200 metri in 19”59 (4a miglior prestazione di sempre), ma con quasi un metro di vento contro e sotto una pioggia torrenziale, rallentando notevolmente negli ultimi 30 metri, conferma le sue parole.

Dopo i mondiali del 2009 che si sono svolti a Berlino, dove ha stabilito due nuovi record del mondo con il tempo di 9”58 sui 100 metri e 19”19 sui 200 metri, Bolt ha dichiarato di volersi concedere 2 anni di allenamento sui 400 metri piani per stabilire il primato mondiale anche su questa distanza.
Non ci resta che attendere l'arrivo di questo incredibile evento nell'atletica leggera!


comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

MARZO
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento