Campagna di Prevenzione Bullismo e Doping

  • Italia
  • Lazio
  • Roma

a cura del Dott. Matteo Simone


Il giorno 15 GENNAIO 2013 alle ore 10.00, l’ Onlus “OSSERVATORIO NAZIONALE BULLISMO E DOPING” presenterà, in conferenza stampa, la “Campagna di Prevenzione 2013” all’Università di Tor Vergata, Facoltà di Medicina Aula Fleming Via Montpellier, 1.

La Dott.ssa Serena Parisi, Presidente della Onlus, spiegherà come l’ Osservatorio ha pianificato e organizzato la “Campagna di Prevenzione 2013” lanciando anche un filmato esplicativo di presentazione del Progetto e dei loro protagonisti. 

Seguiranno le interviste alla madrina del Progetto Claudia Gerini e alla Campionessa Annalisa Minetti medaglia olimpica Londra 2012. 

Il Prof. Pino Capua Presidente della Commissione Antidoping della Federcalcio, aprirà il convegno tecnico con una relazione sulle tematiche del Doping in Italia.

La Dott.ssa Terry Bruno, psicologa e Presidente della Earth-Nlp (Scuola di Formazione che opera anche in ambito scolastico per la prevenzione del bullismo), affronterà le problematiche del Bullismo e del cyber Bullismo con una relazione che metterà in evidenza quanto oramai il problema sia di così grande e complessa attualità.

 Sarà presentazione la testata giornalistica “Bullismo & Doping Magazine”, una rivista mensile gratuita che si occuperà dello sport in generale. Verrà realizzata in sinergia con Dirigenti e Campioni dei Gruppi Sportivi militari.

La “Campagna di Prevenzione 2013” prevede la realizzazione di un “Calendario 2013 dei Campioni Olimpici”, una “Mostra Itinerante” con 15 gigantografie dei Campioni Olimpici di Londra, 50 Convegni nelle scuole da fare nel corso dell’anno 2013 e la realizzazione di una rivista gratuita mensile on line “Bullismo & Doping Magazine".

Nell’occasione saranno regalati a tutti i presenti la rivista “Bullismo e Doping Magazine” e il “Calendario 2013 dei Campioni dello sport”. 

E’ prevista la presenza di oltre 10 medaglie Olimpiche, nonché le migliori rappresentative di Campioni dei Gruppi Sportivi Militari.

L’Osservatorio Nazionale Bullismo e Doping ha ricevuto il Patrocinio anche del CONI NAZIONALE, Comitato Italiano Paralimpico, del CONI Regionale Lazio e Provinciale Roma, Roma Capitale, dei Gruppi sportivi della Polizia di Stato FIAMME ORO, della Polizia Penitenziaria FIAMME AZZURRE, della Guardia di Finanza FIAMME GIALLE e dei Gruppi Sportivi dell’AERONAUTICA, FORESTALE e CARABINIERI.

Esempi di sport che hanno dato il loro contributo sono Luca Massaccesi (Bronzo olimpico di Taekwondo), Roberto Meloni (Bronzo mondiale di Judo), Vincenzo Figuccio (Campione del mondo di Karate), Vito Toraldo (bronzo Universiadi), Domenico Valentino (Campione del mondo di Pugilato), Alessandra Giungi (Campionessa del Mondo e Bronzo Olimpico di Judo), le ragazze olimpiche di Pechino del beach volley Daniela Gioria e Giulia Momoli. Anche molti tecnici e professionisti di altissimo valore hanno dato la loro adesione come Sandro Rosati (già allenatore Nazionale Italiana femminile di Judo ed attuale D.T. sezione Judo Carabinieri), Felice Mariani (C.T. Nazionale Italiana Judo), Aldo Grauso (Psicologo e docente di Psicopedagogia).

L’impiego degli Steroidi Anabolizzanti (SA) al fine di esaltare le capacità atletiche è con ogni probabilità il fenomeno doping più diffuso e consistente mai registrato.

Tra gli adolescenti, l’uso di steroidi è tipicamente motivato da benefici a breve termine, includendo il desiderio di aumentare la forza e il rendimento atletico e il desiderio di migliorare l’aspetto. In generale, gli utilizzatori di steroidi che sono atleti sono più propensi ad usare steroidi per motivi legati al rendimento atletico, mentre gli utilizzatori che non sono atleti sono più motivati da preoccupazioni relative l’aspetto.

Choi e collaboratori (1) individuano in una sindrome comportamentale, nota come sindrome da dismorfofobia, la causa principale di una ricerca esasperata di perfezione del proprio corpo.

Le persone affette da questa sindrome si caratterizzano per una mancata accettazione delle sembianze del proprio corpo e per una percezione distorta della propria immagine: gli uomini si sentono piccoli e deboli quando, al contrario, sono grandi e muscolosi mentre le donne si sentono flaccide e grasse quando, in realtà, sono magre e muscolose.

Un gruppo di soggetti, per lo più studenti adolescenti, riporta tra le ragioni per l’uso di sostanze dopanti il miglioramento dell’immagine o il rendimento sportivo. In un’indagine condotta in Svezia tra studenti nel 1995 dei 37 ragazzi riportanti l’uso di agenti dopanti, 22 hanno risposto che le ragioni erano di acquisire un corpo più attraente/muscoli più grandi e/o miglioramento performance sportiva.

Anche in uno studio condotto in West Virginia, la ragione riportata più frequentemente per l’uso di steroidi era di “migliorare l’aspetto – sembrare più grandi o migliori”(43%). Questa risposta era stata data il doppio di volte rispetto alla seconda risposta più comune che era “migliorare il rendimento sportivo” (22%). Questo dato, unito al fatto che il 36,8% degli utilizzatori di steroidi non praticano alcuna attività sportiva, suggerisce che l’abuso di steroidi anabolizzanti si è diffuso nella popolazione adolescente generale e che ottenere un vantaggio nello sport non è la ragione dominante per gli adolescenti che usano questi aiuti.

L’immagine del corpo è stata a lungo un soggetto di ricerca e la maggior parte degli individui sono risultati essere infelici in qualche modo con il loro corpo.

Uno studio di Blouin e Goldfield comparò l’immagine del corpo e l’uso di steroidi tra maschi culturisti, podisti, e praticanti del tae kwon do. I ricercatori riscontrarono che i culturisti erano significativamente più propensi di altri atleti a riportare un insoddisfazione del corpo. L’uso di steroidi era più frequente tra i culturisti competitivi che tra quelli che lo facevano a fini ricreativi. (2)



(1) Choi Py, Pope Hg Jr, Olivardia R. Muscle dysmorphia: a new syndrome in weightlifters, Br J Sports Med. 2002 Oct, 36/5

(2) Simone M.: Psicologia dello sport e non solo, Aracne, Roma, 2011, pag. 74-78.

 

Dott. Matteo SIMONE

Psicologo clinico e dello sport, Psicoterapeuta Gestalt ed EMDR

380-4337230 - 21163@tiscali.it

www.psicologiadellosport.net/eventi.htm  

http://www.aracneeditrice.it

     
comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

LUGLIO
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento