CdS Assoluti: Cattaneo 13.02

  • Italia
  • Piemonte
  • Valle d'Aosta
  • Lombardia
  • Trentino alto adige
  • Veneto
  • Friuli Venezia Giulia
  • Liguria
  • Emilia Romagna
  • Toscana
  • Umbria
  • Marche
  • Lazio
  • Abruzzo
  • Molise
  • Campania
  • Puglia
  • Basilicata
  • Calabria
  • Sicilia
  • Sardegna

La giornata d'apertura della prima fase regionale dei Campionati Italiani di Società Assoluti con 324 club in gara in 19 sedi, mette subito in copertina un'altra ostacolista. Oggi, infatti, a Lodi, Micol Cattaneo domina i 100hs in 13.02  (+0,1), seconda prestazione di sempre in carriera per la lombarda, a 4 centesimi dal  12.98 da lei siglato nel 2008 ad Annecy. A Saronno, bene il triplista Fabrizio Schembri che salta 16,85 controvento (-1.9). A Genova prima stagionale per Silvia Salis che scaglia il suo martello a 68,49. A Rieti si migliora lo sprinter Francesco Basciani 10.43 (+1.9), imitato al femminile da Ilenia Draisci con 11.57 (+1.2). Nel giro di pista affermazioni di Lorenzo Valentini 46.76 e Benedicta Chigbolu, al primato personale in 53.25. In chiave giovanile, da segnalare le prove degli juniores Eseosa Desalu e Lorenzo Bilotti, 10.65 e 10.69 (+0.2) nei 100 metri ad Imola, e di Ottavia Cestonaro atterrata a 13,21 (+1.8) nel triplo a Marcon.

ABRUZZO – Pescara, sede abruzzese dei Societari, vede il poliziotto Riccardo Macchia, oggi con la maglia della Bruni Pubblicità Atletica Vomano, marciare i 10 km in 40:40.83. Il compagno di società (sia civile che militare) Nazzareno Di Marco scaglia il disco alla misura di 52.44 mentre lo junior Federico Gasbarri ottiene un crono inferiore allo standard per gli europei di categoria, in programma a Rieti dal 18 al 21 luglio. L’atleta della Bruni Pubblicità Atletica Vomano ferma infatti il cronometro a 3:49.48.

CAMPANIA - A Marano di Napoli, lo sprint è un duello in casa Enterprise Sport & Service tra Ciro Riccardi e Massimiliano Ferraro. Tra i due finisce 10.77 a 10.83 (-0.4). Nei 400 metri la moldava Olesea Cojuhari (Enterprise Sport & Service) domina in 53.35, mentre il giro di pista maschile porta al successo il compagno di club la promessa Vito Incantalupo, 47.72. La 4x100 femminile (De Fazio-Mariniello-Cojuhari-Latiseva Cudare) del forte sodalizio campano riscrive con 46.80 il primato regionale assoluto. Vittorie anche per due lettoni dell'Enterprise: Oskars Vaisjuns con 57,18 nel disco e la junior Julija Dindune 1,81 nell'alto. Angelo Iannelli (Fiamme Azzurre/Enterprise), infine, è primo nei 3000 siepi in 9:08.69. Nei 10000 di marcia, buon test per due atleti dell'Enterprise in partenza per la Coppa Europa a Dudince (Slovacchia): lo junior Francesco Fortunato 42:58.60 e il cinquantista Teodorico Caporaso 43:52.28.

EMILIA ROMAGNA - Ad Imola la velocità è tutta nel segno degli juniores. Al maschile Eseosa "Fausto" Desalu (Fiamme Gialle) esordisce correndo i suoi 100 metri più veloci di sempre: 10.65 (+0.2) davanti al 10.69 (PB) del coetaneo Lorenzo Bilotti (Atl. Imola Sacmi Avis). Ampiamente guadagnato per entrambi lo standard di iscrizione (10.77) per i prossimi Europei Juniores di Rieti (18-21 luglio). Al seguito la promessa Alberto Rontini (Atl. 85 Faenza/10.71) e l'altro junior Simone Pettenati (Modena Atl./10.77). Vittoria ed EuroJuniores nel mirino anche per Silvia Corbucci (CUS Bologna), davanti a tutte in 11.79 (+0.5) con il "minimo" di partecipazione alla rassegna continentale fissato ad 11.95.  Standard confermato, invece, per Lorenzo Dallavalle (Atl. PIacenza) che oggi nel triplo arriva a migliorarsi a 15,60 (+1.6), con altri due salti (15,48/+0.5 e 15,42/+0.8) al di sopra del 15,20 richiesto per Rieti 2013. Nei 100hs, successo con un 13.80 appena ventoso (+2.1) di Alessandra Arienti (CUS Parma), mentre nell'asta Matteo Rubbiani (Aeronautica/La Fratellanza 1874) supera 5,20.  59,92 nel martello per la promessa Eisa Magni (CUS Parma).

FRIULI-VENEZIA GIULIA - A Casarsa (PN), il finanziere azzurro Patrick Nasti torna a vestire la maglia del Marathon Trieste e sbriga la pratica sui 3000 siepi in 9:02.93. Nel disco la promessa Stefano Petrei (Udinese Malignani) lancia 55,10. Il più veloce nei 100 metri è Ruben Di Filippo (Udinese Malignani) 10.88, mentre sui 400 le sorelle della Liberta Friul Palmanova, Ilaria e Ilenia (junior) Vitale fanno doppietta rispettivamente in 55.87 e 56.18. 100hs alla junior Giada Carmassi (Gemonatletica) in 14.47, mentre i 5000 metri di marcia vanno all'allieva Giorgia Menis (CUS Trieste) in 25:58.52.

LAZIO - Primato personale di due centesimi e standard di iscrizione per gli Europei under 23 di Tampere (Finlandia, 11-14luglio). Tanto vale il 10.43 (+1.9) grazie a cui Francesco Basciani (Fiamme Gialle/ACSI Campidoglio Palatino) oggi pomeriggio a Rieti si è aggiudicato i 100 metri.  Si migliora in scia anche lo junior Enrico Nobili (Studentesca CaRiRi) che ferma il cronometro a 10.66 e intasca il "minimo" per la rassegna continentale di categoria che andrà in scena proprio al Stadio "Raul Guidobaldi" dal 18 al 21 luglio. Giro di pista a Lorenzo Valentini (Fiamme Gialle/Studentesca CaRiRi), al traguardo in 46.76. Nella gara femminile si mette in luce Maria Benedicta Chigbolu della Studentesca CaRiRi che lima il personale all’aperto fermando il cronometro a 53.25. I 100 metri sono proprietà invece di Ilenia Draisci (Esercito/Acsi Italia Atletica) che taglia il traguardo in 11.57 con una brezza alle spalle di 1.2m/s. Nelle gare extra da segnalare il 14.04 (+0.4) nei 110hs di Stefano Tedesco (Fiamme Gialle). In chiave giovanile, invece, raggiungono lo standard di iscrizione per i Mondiali Allievi di Donetsk due giovani portacolori della Studentesca CaRiRi: l'ostacolista Rachel Malamo, 14.33 (+0.9) sulle barriere da 84cm e la pesista Claudia Bertoletti, 14,84 (3kg). Standard raggiunto anche per l’allieva Silvia Salera, del Lazio Atletica Leggera, che nei 1.500 metri ferma il cronometro a 4:43.21.

LIGURIA - A Genova prima stagionale per Silvia Salis. Per la martellista delle Fiamme Azzurre, oggi in maglia CUS Genova, la vittoria è pura formalità. La sua miglior misura di giornata è un 68,49 ottenuto al secondo lancio, malgrado un piccolo crampo al polpaccio destro avvertito in fase di riscaldamento. L'azzurra sarà di nuovo in gara il prossimo 22 maggio a Savona per il 12° Grand Prix di Lanci.

LOMBARDIA donne – Ingrana la marcia giusta a Lodi Micol Cattaneo che, dopo il 13.47 di Lugano (5 maggio) stampa ora un 13.02 nei 100hs con un vento alle spalle praticamente nullo (+0,1).L’ostacolista dei Carabinieri, nella sede femminile dei Societari lombardi, incassa la seconda miglior prestazione della carriera, dietro solo al  12.98 (-1.3) siglato il 22 giugno 2008 ad Annecy. Un risultato di buon auspicio per la stagione estiva e per la vivacità della sfida italiana fra le Signore degli ostacoli alti: il 13.02 di Cattaneo supera infatti sia il 13.08 (+0.4) di Veronica Borsi ieri a Doha che il 13.05 (con vento +0.1) corso da Marzia Caravelli il 5 maggio scorso. Da Lodi arrivano diversi buoni risultati in chiave promesse, con tre atlete al che confermano o ottengono gli standard per i campionati europei under 23 di Tampere (11-14 luglio). Si tratta di Chiara Vitobello (Bracco Atletica) valica l’asticella dell’alto posta a 1.82, di Marta Maffioletti della Bracco Atletica che chiude i 400 in 54.47 e di Francesca Stevanato (Atletica Brescia) che getta il peso a 14,85. Ed è under 23 anche il quartetto della Bracco Atletica vincitore della 4x100: Federica Basani, Laura Gamba, Flavia Battaglia, Marta Maffioletti fermano il cronometro a un 46.32 che è molto vicino al primato italiano risalente al 14 maggio 2011 (46.12 della Camelot di Gamba, Maffioletti, Colombo, D’Angelo). Promesse a parte, sulla scia di Micol Cattaneo tra gli ostacoli alti arriva il 13.75 di Sara Balduchelli (Bracco Atletica), mentre sempre a Lodi Marta Milani (Esercito/Atletica Bergamo Creberg), iscritta anche ai 200 di domani, ha portato a termine i 400 metri in un per lei normale 53.83 davanti a Elisa Romeo (Atletica Brescia) 53.93. Sui 100 si impone 100 Laura Gamba (Bracco Atletica) in 12.08 (-1,2) mentre il martello è di Valentina Leomanni (Fanfulla Lodigiana) in 56,05. In chiusura di manifestazione Sibilla Di Vincenzo (Bracco Atletica) vince la marcia in 22:54.27.

LOMBARDIA uomini – A Saronno, sede deputata per i CdS maschili della Lombardia, in evidenza Fabrizio Schembri che con un vento contrario di 1,9m/s stampa la sabbia alle soglie dei 17 metri. Il Carabiniere, oggi in gara con la maglia dell’Atletica Rovellasca, ottiene la misura di 16,85. Hassane Fofana (Fiamme Oro/Atl. Bergamo 59 Creberg) vince i 110 hs in 14.01, incassando lo standard per gli Europei under 23 di Tampere davanti allo junior Lorenzo Perini 14.17 che fa suo quello per gli EuroJuniores. I 400 se li aggiudica Mamadou Gueye (Atletica Bergamo 59 Creberg) in 47.43 davanti a Paolo Danesini dell’Atletica Cento Torri Pavia (47.52). Nei 3.000 siepi vince Jamel Chatbi, della Riccardi Milano, in 8.28.90.

MARCHE - Allo stadio Helvia Recina di Macerata, nella prima giornata dei Campionati assoluti di società, l’eptatleta sambenedettese Enrica Cipolloni (Tecno Adriatletica Marche/Fiamme Oro) salta 1,80 nell’alto con un percorso netto fino a quel punto, poi compie tre nulli a 1,85. Per lei anche 11,24 nel peso, mentre sui 100 femminili il crono più veloce arriva dall’ultima serie con 12.25 (-0.1) per merito della junior Roberta Del Gatto (Atl. Avis Macerata), vicecampionessa italiana allieve al coperto due anni fa, che migliora il 12.30 (-0.2) ottenuto in precedenza da Ilaria Giretti (Sport Atl. Fermo). Il pomeriggio è parzialmente condizionato dalla pioggia, ma poi lascia spazio al sole. In campo maschile, lo junior Michele Antonelli (Nuova Podistica Loreto) chiude in 44:45.01 sui 10.000 metri di marcia. Nei 100 metri si afferma la promessa Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata) con 10.85 (-0.2), davanti a Julius Kyambadde (Atl. Civitanova), che corre in 11.15, e nel giavellotto lo junior Emanuele Salvucci (Atl. Avis Macerata) fa atterrare il suo attrezzo a 56,80 superando l’under 23 Joel Enrico Giorgi (Asa Ascoli Piceno), secondo con 56,34. Capitolo staffette: la 4x100 maschile dell’Atletica Avis Macerata (Carlo Nardi, Marco Vescovi, Alessandro Berdini, Lorenzo Angelini) porta il testimone al traguardo in 41.51, e al femminile si impone la Sport Atletica Fermo (Dajana Flamini, Laura Brandimarte, Francesca Ramini, Ilaria Giretti) con 48.26.

PIEMONTE - La prima giornata dei Campionati di Società Assoluti del Piemonte inizia nel segno delle atlete del Cus Torino Francesca Massobrio e Martina Amidei. La prima nel martello è autrice di una serie di lanci tutta sopra i 60 metri con miglior misura 62,18 metri e ottiene un’ulteriore conferma dello standard per gli europei under 23 di Tampere. Sui 100 metri invece Martina Amidei con 11.86 sfiora lo standard per la rassegna continentale di un centesimo, penalizzata però dal vento contrario (-1.4). A seguire arrivano 57.51 sui 400 metri dell’allieva valdostana Eleonora Marchiando (Atl. Calvesi) e il 9:14.09 sui 3000 siepi dello junior Italo Quazzola (Atl. Piemonte): i due risultati soddisfano lo standard rispettivamente per i mondiali allievi di Donetsk e per gli europei juniores di Rieti. Da segnalare ancora sui 100 metri maschili il 10.97 di Michele Tricca (Fiamme Gialle/Atl. Susa), il 47.71 sui 400 metri di Stefano Fornara (Cus Torino), e il 12,62 metri nel triplo per Marta Mina (Sisport). Test sulla marcia per Federico Tontodonati (Cus Torino): il marciatore azzurro, impegnato il prossimo fine settimana nella Coppa Europa a Dudince sui 50km, ha testato il ritmo gara coprendo i 10km in pista in 46:02.70

PUGLIA/BASILICATA – Ancora in luce l’allieva Noemi Stella che nei 5km sigla il tempo di 22:54.31. L’atleta della Don Milani, già ampiamente in possesso dello standard per i mondiali di categoria di Donetsk, giusto 8 giorni fa sulla stessa pista di Bari, aveva marciato in 22:39.31. Nella gara maschile di 10km si impone un altro atleta della Don Milani, Vito Minei in 43:02.61. Eusebio Haliti (Polisportiva Rocco Scotellaro), annunciato nei 400hs in programma domani, chiude i 400 metri in 47.86.

SARDEGNA - Sorpresa nei 100 metri della prima fase regionale dei Societari Assoluti sardi in corso allo Stadio dell'Atletica di Cagliari. Dalla seconda serie spunta Francesco Pianti (Gonone Dorgali), campione sardo assoluto di salto in alto in carica e iscritto alla gara senza tempo di qualificazione, e piomba sul traguardo in 10.79 (vento +1.9) conquistando il primo posto assoluto. Prima di lui Luca Lai, atleta oristanese, si era aggiudicato la serie dei migliori in 10.85, un solo millesimo di differenza su Alessio Cubeddu, selargino della Libertas Campidano, accreditato dello stesso tempo. Il vento, +2.6,  invalida il risultato cronometrico ma certo non il punteggio ai fini del campionato. Tra le donne sprint solitario per Alessandra Marceddu, del Cus Cagliari, piombata sul traguardo in 12.09 con vento questa volta regolare (+1.3). Bel duello, nella serie extra, tra l'allieva primo anno Giulia Mannu (Delogu Nuoro) e la junior Cinzia Piras (Tespiense Quartu), entrambe accreditate di 12.36. Il fortissimo maestrale ha ostacolato non poco gli atleti del giro di pista, tanto che Gianmarco Pira (Atl. Oristano) ha tagliato il traguardo in 49.35 e Donatella Faedda (Cus Cagliari) in 58.13. Nel triplo Alessio Cubeddu (Lib. Campidano) ha superato ancora quota 14 metri atterrando a 14,09 (vento +6.20!).

SICILIA – A Palermo, atterra a 15,36 Antonino Trio (A.S. Dilett. Atl.Villafranca), vincitore della gara del triplo con un vento a favore di +1,1. La misura è superiore allo standard per gli Europei under 23 di Tampere. Alle sue spalle Filippo Randazzo (Pro Sport 85 Valguarn.) salta un 14.63 con un vento fuori norma (+2,7) oltre a un 14,28 con anemometro regolare. La sfida sui 3.000 siepi se la aggiudica in 8:57.93 l’aviere Giuseppe Gerratana, che corre con la maglia della Libertas Running Modica. Dietro di lui i due junior tunisini Osama e Ala Zoghlami per il Cus Palermo (rispettivamente 8:59.83 e 9:14.28). Nei 400 metri, l'allievo Giuseppe Leonardi (CUS Catania) si migliora e mette tutti in fila con 48.60, scendendo ampiamente sotto il 49.95 dello standard di iscrizione per i Mondiali U18 di Donetsk.  

TOSCANA - Le gare a Campi Bisenzio (FI) si aprono con il lancio del martello femminile dove Micaela Mariani (CUS Pisa Atl. Cascina), allieva del capitano azzurro Nicola Vizzoni, scaglia l'attrezzo a 62,44. Nei 100 metri femminili, la promessa Irene Siragusa(Atletica 2005) ha a che fare con un vero e proprio muro di vento (-2.7) che la trattiene a 11.96, davanti alla lunghista Giulia Liboà (CUS Pisa Atl. Cascina), 12.37. La junior Francesca Lanciano (Cus Pisa Atletica Cascina) atterra a 12.83 nel triplo, con alle spalle un vento di +1.3. Yadisleidy Pedroso (CUS Pisa Atl. Cascina), alla vigilia dell'atteso esordio stagionale di domani sui 400hs, oggi esplora in scioltezza il giro di pista senza barriere corso in un tranquillo 55.98. Nei 1500 vinti dal keniano Silvain Rukundo (Toscana Atl. Caripit) in 3:47.51 sul marocchino Said El Otmani (CUS Pisa Atl. Cascina/3:49.07), bel terzo posto dell'azzurrino Lorenzo Dini (Atl. Livorno) che, grazie ad un finale travolgente, aggancia e supera il keniano Ezekiel Kiprotich Meli (Virtus CR Lucca/3:53.56) chiudendo in 3:50.04. Crono migliore dello standard di iscrizione (3:51.00) per gli Europei Juniores di Rieti. Quarto il gemello Samuele (Atl. Livorno/3:55.56) davanti all'allievo Yohannes Chiappinelli (Montepaschi UISP Atl. Siena/4:03.24). Nei 10000 metri di marcia, l'allievo Gianluca Picchiottino (Libertas Runners Livorno) che con 47:55.68 raggiunge lo standard di iscrizione indicato nei criteri per i prossimi Mondiali under 18 in Ucraina. 3000 siepi al keniano Hosea Kisorio (Virtus CR Lucca) in 8:46.75.

TRENTINO-ALTO ADIGE – A Bressanone, Norbert Bonvecchio dell’Atletica Trento Cmb lancia il giavellotto 71,40 mentre i 3.000 siepi sono di Soufiane Elkounia, ventitreenne dell’Athletic Club 96 Ae Spa, che chiude in 8:56.15. Davide Demichei della Quercia Trentingrana vince i 100 in 10.80 (-1,1). Il disco se lo aggiudica Daniel Compagno (Athletic Club 96 Ae Spa) in 52,97. Tra le donne Eleonora Berlanda (Quercia Trentingrana) vince in volata i 1.500 in 4:25.84 su Zakia Mrisho Mohamed (Gs Valsugana Trentino, 4:26.08), mentre nel martello la promessa Elisabetta Broseghini (Gs Valsugana Trentino) si impone con 52,05 sulla compagna di società Greta Zin (50.31).

VENETO - La fase veneta dei campionati italiani assoluti di società inizia nel segno del vento. A Marcon(Venezia) non piove, ma una brezza esagerata soffia alle spalle dei partecipanti alle gare veloci, inficiando il valore statistico di molti risultati. E’ il caso di Amy Fabè Dià che, complice l’assenza dell’annunciata Hooper, vince i 100 in 11.77 (+3.5) e di Silvia Zuin che con un vento appena oltre i limiti (+2.2) s’impone nei 100 ostacoli in 13.68 precedendo la junior Ottavia Cestonaro (14.08). Vento eccessivo anche nei 100 maschili (+2.5), vinti dalla promessa Marco Martini con 10.71. Nei 110 ostacoli, questa volta con brezza al limite (+2.0), il più bravo è Nicola Comencini (14.59). Antonio Fent vince una bella gara di giavellotto (68,80), precedendo Gottardo (64,74) e la promessa Fraresso (62,06). Nel martello femminile, gradino più alto del podio per la primatista italiana allieve, Giulia Camporese, che lancia a 50,71, sua seconda misura di sempre con l’attrezzo da 4 kg. Migliorate le condizioni metereologiche arriva il momento di Ottavia Cestonaro, al debutto all’aperto nel triplo dopo il  13.47 siglato il 17 febbraio agli Assoluti indoor di Ancona. La junior dell’Atletica Vicentina atterra a 13.21 (+1.8).

(hanno collaborato: Carlo Carotenuto, Luca Cassai, Mauro Ferraro, Alessandro Floris, Enzo Miceli, Alberto Milardi, Cesare Rizzi, Myriam Scamangas)

Fonte: www.fidal.it

Foto: FIDAL/Colombo

Risultati complessivi per regione: quì

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

SETTEMBRE
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento

Evento collegato

Video