Consiglio, Fase 2 per il Progetto Tecnico

  • Roma (RM)

Alla luce delle recenti polemiche che hanno riguardato la composizione di una formazione italiana che prenderà parte ai Campionati del Mondo della 100km (Doha, 21 novembre), il Consiglio federale, svoltosi questa mattina a Roma, ha deliberato di dare mandato al Segretario generale, Fabio Pagliara, di verificare il rispetto, da parte della IUTA (l’ente che sovrintende alla pratica dell’ultramaratona in Italia) delle intese di collaborazione in essere con la FIDAL e dei principi etici che ispirano le attività dell’atletica italiana. Al Segretario Generale, in conseguenza della fase di accertamento, il Consiglio ha contestualmente richiesto di adottare gli opportuni provvedimenti sulla base delle risultanze. 

Progetto tecnico: Fase 2

Il Consiglio Federale ha poi approvato quella che, nelle parole del DT Massimo Magnani, è la “Fase 2” del progetto Tecnico: condurrà ai Giochi di Rio de Janeiro 2016, passando ovviamente per la stagione 2015 ed i Campionati del Mondo di Pechino. I Centri di sviluppo, perno del modello già presentato nel corso di questa stagione, saranno rinforzati nel loro ruolo: costituiranno la sede di lavoro preminente, l’anello di congiunzione con il territorio, ed i più strutturati tra loro diventeranno la sede per i momenti di lavoro centralizzato. Il “Sistema dell’alto rendimento” è l’insieme delle azioni che, nel campo tecnico, verranno poste in essere nel biennio al fine di completare la capacità prestativa degli atleti italiani, trasformandola in capacità competitiva. Le linee strategiche, oltre all’attività nei Centri, riguardano le attività di formazione dei tecnici, quelle di advisoring da parte di tecnici (o centri di preparazione) di profilo internazionale, l’assistenza agli atleti (tecnica pura, tecnico-scientifica, sanitaria, economica - con indennità di preparazione e rendimento).

Gli atleti parte del “Sistema dell’alto rendimento” saranno suddivisi in fasce di valore: 1) Top (vincitori di medaglie internazionali, o inseriti nel Club Olimpico o nelle Promesse Olimpiche CONI: sono sei, Fabrizio Donato, Daniele Greco, Libania Grenot, Daniele Meucci, Alessia Trost, Valeria Straneo);  2) Élite (atleti che per requisiti, caratteristiche, potenzialità, risultati, possono ambire alla partecipazione ai Giochi di Rio 2016); 3) Staffette; 4) Progetti speciali (atleti che, per caratteristiche, pur non rientrando negli altri gruppi, sono meritevoli di supporto); 5) Elite Young (under 25 che possono puntare nel futuro alla partecipazione a Olimpiadi e Mondiali, e per i quali è realistico pensare all’ingresso nel livello èlite nel corso del prossimo biennio); 6) Atleti di valenza internazionale; 7) Club Tokyo 2020 (under 21 che possono puntare all’ingresso nel gruppo élite in tempo utile per i Giochi di Tokyo 2020).

Gli “advisor”, identificati al termine di un processo che coinvolge direttamente le Federazioni nazionali parte del G5 (con l’Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna), agiranno a supporto dei tecnici principalmente sul piano metodologico e in questi settori o specialità: velocità (Loren Seagrave); ostacoli (diversamente da quanto già comunicato, verrà identificato un consulente nell’ambito del rapporto con la Federazione francese); lanci (anche in questo caso, consulenza da definire nell’ambito del rapporto tra la FIDAL e la Federazione tedesca); salto in alto: Fuzz Ahmed (nell'ambito delle relazioni con la Federazione britannica); salto con l’asta (consulenza con la Federazione francese da definire); salti in estensione: Roberto Pericoli; mezzofondo, fondo: Stefano Baldini e Massimo Magnani; marcia: Antonio La Torre.

Regolamenti 2015

Di seguito, le principali modifiche ai Regolamenti 2015 approvate dal Consiglio:

Cds Assoluto su pista

1. Possono partecipare, pagando la sola tassa di iscrizione individuale la cui entità è stabilita da ciascun Comitato Regionale, anche atleti di società non iscritte al C.d.S. che saranno regolarmente inseriti nella classifica delle gare alle quali si sono iscritti, senza portare punteggio ai fini della classifica di società.

2. Almeno 1/3 dei punteggi utili ai fini della classifica di società deve essere ottenuto da atleti che, a prescindere dalla nazionalità, si siano “formati localmente”, cioè devono essere stati tesserati ad una Società affiliata alla Fidal per almeno tre stagioni, nella fascia d’età compresa tra i 15 e i 21 anni.

Campionati Italiani Individuali Assoluti su pista

1. Qualora nei m 100, 100hs e 110hs vengano disputati tre turni, i primi 3 atleti delle Graduatorie Italiane Assolute M/F dell’anno in corso delle relative specialità, aggiornate alla data della chiusura iscrizioni, sono ammessi direttamente al secondo turno.

2. Qualora nei concorsi vengano disputate Qualificazione e Finale, i primi 3 atleti delle Graduatorie Italiane Assolute M/F dell’anno in corso delle relative specialità, aggiornate alla data della chiusura iscrizioni, sono ammessi direttamente alla Finale a 12.

Campionati Regionali Individuali Allievi

Su richiesta di alcuni Fiduciari Tecnici Regionali, il Settore Tecnico Federale ha proposto di anticipare lo svolgimento dei Campionati Regionali Individuali Allievi al 12/13 settembre 2015 (dal 19/20 settembre in concomitanza con la 2^ prova regionale del C.d.S. Allievi su pista). E’ comunque facoltà dei Comitati Regionali, qualora non riescano ad organizzarli in tale data, lasciarli al 19/20 settembre 2015.

Protocollo d'intesa con RAICom

Il CF ha dato poi mandato al Presidente Alfio Giomi di sottoscrivere il protocollo d’intesa con RAICom (la società che si occupa dello sviluppo delle attività commerciali della RAI), che ha per oggetto una serie di importanti iniziative sul piano editoriale e di comunicazione. Mandato al presidente Giomi anche per la costituzione del Board scientifico de “L’Atletica è salute”, l’attività di studio e ricerca che culminerà nel convegno dall’omonimo titolo in programma mercoledì 17 dicembre prossimo. Fissate tasse approvazione ed omologazione per le manifestazioni “in piazza o in altri ambiti” (alla luce della regola 149/2 del Regolamento tecnico internazionale, che definisce i requisiti necessari per l’omologazione dei risultati ). Approvata la V variazione al bilancio preventivo 2014, e il piano di interventi a sostegno delle società per la stagione 2015 (come annunciato, i contributi passano ad oltre un milione di euro, con principale destinazione all’attività giovanile).

Calendario 2015

Varato infine il calendario 2015 (di prossima pubblicazione integrale), nel cui ambito sono state assegnate alcune sedi di campionato federale (elencate le principali): Cds Marcia: I prova (Cassino, FR, 29 marzo), II prova (Brusaporto, BG, 19 aprile), III prova (Grottammare, AP, 18 ott); CDS Assoluto pista: Finale Argento (Matera, 26-27 settembre), Finale interregionale gr. Adriatico (Macerata, 27 settembre); Cds Allievi: finale interregionale gr. Adriatico (Montecassiano, MC, 3-4 ottobre); Campionati Italiani Assoluti di Maratona (Ravenna, 8 novembre); C. Italiano Assoluto e Masters 24 ore (Pantano di Pignola, PZ, 4-5 luglio), Campionato Italiano Ultratrail (Soave, VR, 10 maggio).

Fonte: www.fidal.it

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

MAGGIO
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento