Derkach e Catania, tra le stelle di Isernia

  • Italia
  • Molise
  • Isernia

Nel lento ma continuo avvicinamento a questo finale di stagione, in attesa degli imminenti CdS Assoluti e Under 23, nonché dei Campionati Italiani Allievi/e e Cadetti/e che animeranno il calendario nazionale dal 22 settembre, i tanti atleti che saranno impegnati in questi importanti appuntamenti tornano progressivamente in gara per testare la propria forma dopo la pausa estiva.

Ottima tappa si è rivelata per i tanti appassionati del centro-sud la data del 9 settembre in terra di Molise, con la VI edizione del Meeting Città d’Isernia. Un programma tecnico molto compatto, ma completo, capace di permettere un po’ a tutti di esser presenti e gareggiare, spaziando tra gare di corsa, salti e lanci.

Apertura riservata alle gare giovanili previste per la categoria Cadetti/e con gli 80m, il Lancio del Giavellotto ed il Salto in Lungo: due serie per la gara di velocità maschile, vinta da Antonio Piccolo (Atl. Sprint Barletta) in 9”63 e con ben altri 4 atleti in soli 2 decimi, mentre al femminile Michela Di Tullo (Nuova Atl. Lanciano) sbaragliava le concorrenti con il suo 10”85. Nel giavellotto la gara era questione di famiglia tra Sara e Lidia Gargarella (Nuova Atl. Lanciano), la prima lanciando a 26,68m, la seconda a 35,26m; impegnativa la gara di Salto il Lungo per i vincitori, con un’altra atleta di Lanciano, Teresa Benedetta Guerriere, atterrata in buca a 4,64m ed Umberto Galasso (Hinna Archeoatletica Vesuvio) invece con la misura di 5,79m.

Avvio delle gare assolute con il Salto con l’Asta maschile e femminile, probabilmente la competizione di maggior durata, iniziata con le misure riservate alle categorie femminili fino alla vittoria di Caterina Greco (CUS Foggia) a 2,60m nonostante la pari misura della compagna di squadra Federica Triunfo; subito dopo l’ingresso in gara degli uomini con l’atleta di casa Joelle Verrecchia (Atl. Isernia) a doversi accontentare dei 4,30m dopo aver tentato anche i 4,50m, mentre alle sue spalle Antonio di Gioia (Enterprise Sport & Service) si fermava a 4,00m, suo nuovo primato personale.

Dopo le quattro batterie dei 100m maschili, seguiva la finale diretta della pari distanza al femminile, con una favorita su tutte, Daryia Derkach (Audacia Record Atletica), capace di mantenere fede al pronostico vincendo in solitaria in 12”32, per poi spostarsi nella pedana del Salto in Lungo per bissare il successo con la misura di 6,06m; nella gara di Giavellotto femminile era la pugliese Maria Luna Frisini (CUS Bari) ad imporsi con un lancio da 38,80m, mentre al maschile nella gara assoluta vinceva Pier Paolo Montalto (Running Club Futura) con 33,16m ed in quella riservata alla categoria Allievi vinceva il calabrese John Barbarello (Atl. Barbas) con 45,03m.

Largo spazio alle gare di mezzofondo, aperte anche in questo caso dai cadetti, con Giuseppe Lovallo (Club Atl. Potenza) al traguardo in 2’46”94 e Simona Cantore (Runners Termoli) in 4’12”41; seguivano gli 800m maschili con bel 13 atleti al via di una serie unica vinta dal favorito Aurelio Esposito (CUS Bari) in 1’50”11. I 1500m femminili venivano caratterizzati da una caduta nei primi metri di gara della campana Alessia Amore (Ca.Ri.Ri.), costretta al ritiro lasciando vittoria ad una sua conterranea, Silvia Scarpetta (Centro Ester) col tempo di 4’53”27, mentre nei 300m maschili si assisteva all’assolo di Daniele Caruso (Club Atl. Potenza) che trionfava in solitaria in 8’28”51, con i tre inseguitori a dare spettacolo, in ordine Paolo Ciappa (Riccardi Milano – 8’37”98), Markl Francesco Ridger (Atl. Aden Exprivia Molfetta – 8’40”29) e Luigi Rosito (Atl. Aden Exprivia Molfetta – 8’45”29).
Ultime gare del programma tecnico i 200m ed il lungo maschile, la prima decisa dalla quarta ed ultima serie in un testa a testa tra Marco Emilio Gai (Rocco Scotellaro Matera), primo in 21”71, Ciro Riccardi (Libertas Amat. Atl. Benevento), secondo in 21”69, e Vito Incantalupo (Enterprise Sport & Service), terzo in 22”12, mentre nel lungo si imponeva nei primi 3 salti Emanuele Catania (Fiamme Gialle) con un balzo da 7,71m. Conclusione del pomeriggio di atletica ad Isernia con la finale dei 10m maschili con ben 8 atleti al via, vinta in 11”09 da Nicola Ambrosini (Atl. Aden Exprivia Molfetta).

In coda alle gare le varie premiazioni, con l’assegnazione del trofeo Liborio Fraraccio, consegnato dalla consorte dello storico presidente della FIDAL Provinciale, ai vincitori delle due gare dei 100m, mentre il riconoscimento per la miglior prestazione tecnica veniva ottenuto dai due vincitori delle gare di Salto in Lungo.

Un lungo, caldo e piacevole pomeriggio di inizio settembre quello vissuto ad Isernia, ricco di atletica e con qualche buon risultato tecnico, per un meeting che ha ottimi margini di crescita e che il Presidente dell’Atletica Isernia, Antonio Izzi, ed il Fiduciario Tecnico della FIDAL Molise, Daniela Sellitto, con il loro team sapranno sicuramente continuare a valorizzare nei prossimi anni, forti della propria esperienza e di uno splendido impianto come il Lancellotta che vanta appena 14 mesi di attività.

 

Per consultare i risultati della manifestazione è possibile cliccare sul seguente link

Per visionare le foto dell’evento utilizzare questo link

Foto: Remgraphic

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

OTTOBRE
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento

Eventi collegati