FEDERICA GREGORI: Racconto di un’istruttrice

Non ti arrendi mai quando sei giovane e vuoi qualcosa”

Racconto di un’istruttrice: Federica Gregori


a cura di Margherita Marrocco


Federica Gregori è nata a Viterbo ed è Istruttore Fidal da 5 anni presso ASD Zona Olimpica Atletica Viterbo. Un’iniezione di entusiasmo e di passione atletica.

 


Come si motiva la passione dei giovani?

I giovani di oggi, a partire dai bambini fino ad arrivare ai miei coetanei, sono abituati ad avere tutto ciò che vogliono, per questo, oltre ad essere spesso annoiati, hanno difficoltà a mantenere l’interesse per una determinata cosa. Il segreto per motivare la loro passione sta, secondo me, nella capacità di creargli sempre nuovi stimoli e nuovi obiettivi da raggiungere

La fiducia dei piccoli atleti è più difficile da conquistare per una donna?

Io lavoro con atleti della categoria Esordienti e Ragazzi (dai 6 ai 12 anni) e devo ammettere che in questo caso l’essere una donna ha facilitato il compito di instaurare un buon rapporto con il bambino/atleta poiché, in questi anni della loro vita, loro sono abituati ad avere contatti con persone adulte per lo più di sesso femminile. Più che altro può capitare che sia il genitore ad avere dei pregiudizi, bisogna mettere in conto che quando si ha a che fare con atleti così piccoli è necessario instaurare un rapporto di fiducia anche con il genitore

Una preparatrice atletica su quali principi imposta il rapporto con i suoi atleti?

Una preparatrice atletica, cosi come anche un preparatore, deve impostare il suo rapporto fondamentalmente sul rispetto e sulla fiducia reciproca. L’atleta per poter ottenere dei risultati deve lavorare bene e questo può avvenire soltanto se segue il suo allenatore ed ha piena fiducia in lui. L’atleta è sottoposto a grandi sacrifici e lo stesso vale per il tecnico. Quando ero in attività ho sempre avuto un ottimo rapporto con il mio allenatore, ma solo quando sono passata ad allenare, io stessa mi sono resa conto di quanto impegno, passione e aspettativa c’è dietro. Creare un rapporto basato su questi due valori è basilare per poter raggiungere gli obiettivi prefissati

Che tipo di allenatrice sente di essere? Più osservatrice, più tattica, più passionale?

Sono ancora alle prime esperienze quindi per il momento sento di definirmi un’allenatrice per lo più passionale. A volte mi faccio trascinare anche troppo dall’entusiasmo ma vedere i ragazzi gioire dopo aver ottenuto qualcosa per cui hanno lavorato tanto per me è ancora un’emozione incredibile

A quanti anni bisognerebbe cominciare a praticare l'atletica leggera a livello agonistico e quali consigli aiutano a seguire il giusto iter?

L’atletica è uno sport individuale e credo sia giusto iniziare a praticarla a livello agonistico già dai 10 anni, proprio per dare un senso ai ragazzi del lavoro che stanno facendo e immetterli nell’ottica che l’obiettivo principale è, oltre quello di divertirsi, trarre gratificazione dal migliorarsi di volta in volta. Ovviamente a quest’età è assolutamente sbagliato focalizzarsi in un settore, i piccoli atleti devono continuare a praticare tutte le specialità dell’atletica per poter permettere al meglio lo sviluppo di tutte le capacità motorie. Nel mio caso ho notato quanto è stato importante per i ragazzi prendere parte a dei circuiti di gare in cui partecipano come società (i cosiddetti CdS); l’atletica, come già detto, a differenza di altre discipline sportive è per lo più individuale e questo spesso può portare a delle piccole rivalità interne, per cui la partecipazione a questi campionati ha permesso loro di imparare a sostenersi l’un l’altro e comprendere che il senso di questo sport non è quello di vedere gli altri perdere ma bensì quello di migliorare se stessi

Cos'è per lei l'atletica oggi? Cosa rappresentava quando ha iniziato?

L’atletica ha avuto un ruolo molto importante nella mia vita. Praticarla mi ha aiutato a superare la timidezza, a rapportarmi con gli altri e ad adattarmi a situazioni sempre diverse. Mi ha dato gioia, delusione, rabbia, emozioni che quando si è piccoli soltanto lo sport è in grado di darti in modo così intenso e così pulito. L’atletica oggi è poter trasmettere questo ai miei atleti e dare loro l’opportunità di vivere le bellissime esperienze che ho vissuto io, di conoscere ragazzi che condividono la loro stessa passione, di insegnargli a credere fortemente in qualcosa

Quali sono i mali dell’atletica come sistema?

Sono da poco nel settore come allenatrice e solo ora comincio a rendermi conto che nell’atletica ci sono molte cose che non vanno. È uno sport che sta andando svalutandosi con il tempo, colpa di un’ignoranza culturale di certo non aiutata dalle risorse economiche scarse e mal distribuite, che non permettono il miglioramento di questa situazione. Credo comunque che il problema principale rimanga quello della mancanza in Italia di un professionismo sportivo che lascia gli atleti con la sola speranza di poter riuscire ad entrare in un corpo militare. Poiché il percorso per arrivare fino a questo punto è lungo e pieno di sacrifici, è facile demoralizzarsi e interrompere l’attività durante il tragitto

Qual è il rapporto tra femminilità e discipline sportive?

La femminilità è qualcosa che prescinde dall’aspetto fisico e dalla “forza” che una donna impiega nello svolgere la sua disciplina sportiva. È un atteggiamento, è un grado di apertura mentale, un insieme di caratteristiche come la tenacia, la determinazione e la grinta che se, già appartenenti ad una ragazza, lo sport non può distruggerle ma semmai valorizzarle

Il rapporto con il corpo sta diventando un leitmotiv di questo tempo, quanto spesso riscontra atteggiamento sbagliati o scorretti già tra i giovanissimi o tra le giovanissime?

Capitano, ma per fortuna sono rari, casi di atleti che si sono ritrovati costretti ad abbandonare l’attività per colpa di atteggiamenti scorretti verso il proprio corpo, per lo più riguardanti una scorretta alimentazione. Lavorando con i più piccoli devo però fortunatamente riconoscere che questo non si verifica quasi mai, merito di genitori sempre più attenti e sensibili a questo problema

Un consiglio a tutte le madri con figli pigri e fuori forma: come spronarli?

È una questione che riguarda l’educazione che i genitori impongono ai propri figli. Può capitare che per diversi fattori, quali l’impossibilità di giocare all’aperto o comunque in ampi spazi e l’uso costante di prodotti alimentari non appropriati, il bambino si ritrovi pigro o in sovrappeso. Sarà proprio compito del genitore accorgersene per tempo e incoraggiarlo ad intraprendere una qualsiasi attività fisica, facendogli capire che questo non migliorerà solamente il suo aspetto fisico ma lo aiuterà ad essere più attivo nell’affrontare le sue giornate

Come indirizzare i giovani verso un'alimentazione corretta?

Soprattutto nell’età adolescenziale è difficile distogliere i ragazzi dalle proprio convinzioni, dovranno essere i genitori a questo punto ad utilizzare un po’ di creatività a tavola per indurli ad un’alimentazione variegata e sana

Come può un genitore avvicinare i propri figli allo sport?

Sono molte le associazioni sportive che operano in Italia e che sono ormai diffuse in qualunque parte del territorio, alcune più conosciute, altre meno. Con i nuovi mezzi di comunicazione, internet per primo, è facile per il genitore reperire informazioni per poi recarsi nelle varie strutture ad usufruire dei giorni di prova dell’attività che ormai tutte le associazioni concedono prima di procedere all’iscrizione definitiva. Una volta provato il bambino o il ragazzo non potrà che esserne entusiasta

Quanta passione richiede il suo lavoro? E cosa le restituisce?

Per il lavoro di istruttrice la passione è tutto. Senza di essa non si può intraprendere questa attività, sia perché è fondamentale nel poter trasmettere ai ragazzi certi insegnamenti, sia perché è necessaria in quanto il ritorno economico è veramente inconsistente.

Cosa mi restituisce? Una appagamento a livello umano incredibile. Nel mio futuro sicuramente dovrò fare affidamento principale ad un lavoro che non sarà questo, ma la mia speranza è quella di riuscire a ritagliarmi il tempo per continuare a seguire dei corsi, anche solo poche ore a settimana. È qualcosa a cui non potrei rinunciare

Quanto è forte il valore dello sport nel superamento delle diversità?

Lo sport è uno dei mezzi trainanti per il superamento delle diversità, specialmente l’atletica leggera che, proprio per la sua individualità, evita il dover rapportarsi necessariamente con gli altri, condizione che per molti ragazzi inizialmente può essere un problema.

La sua ultima grande emozione sul campo? E la sua maggiore delusione.

A settembre il nostro Comitato Provinciale ha organizzato un Meeting Internazionale Quadrangolare nell’ambito del progetto Viterbo Città Europea dello Sport. C’è stato un grande impegno da parte di tutti per poter far riuscire al meglio la manifestazione. Il mio compito è stato quello di contattare ed invitare le squadre estere (provenienti da Amsterdam, Granada e Londra) e tenere i rapporti fino al loro arrivo a Viterbo. Vedere tutti questi atleti gareggiare nel “nostro” campo, divertirsi, fare amicizia con i nostri ragazzi è stata un’emozione fortissima.

Lavoro in questo campo da pochi anni e posso fortunatamente dire che ancora non ho ricevuto nessuna grande delusione.

Una canzone per trovare la giusta carica prima di partire!

Una canzone che mi fa pensare a ragazzi e che mi sembra adatta per trovare la carica è

WE ARE GOLDEN di MIKA

Che fra l’altro recita:

We are not what you think we are
We are golden, we are golden

 

Teenage dreams in a teenage circus

Running around like a clown on purpose
Who gives a damn about the family you come from?
No giving up when you’re young and you want some

 

Running around again

(Running around again)

Non siamo come pensi 
Noi siamo oro, siamo oro 

Sogni adolescenziali 
In un circo adolescenziale 
Correndoci dentro di proposito come un clown 
A chi credi possa fregargliene della 
Famiglia dalla quale provieni? 
Non ti arrendi mai quando sei giovane e vuoi qualcosa 

Correndo ancora 
Correndo ancora 

 

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

MAGGIO
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento