Gymnasiade Beria 51.46 oro

Grande bottino dell’Italia under18 alla Gymnasiade di Brasilia: gli azzurrini del DT giovanile Stefano Baldini chiudono la quattro giorni brasiliana al secondo posto nel medagliere grazie a ben 22 medaglie conquistate. Vince la Russia (26 medaglie) ma gli italiani mettono insieme una delle migliori edizioni della storia con 6 ori, 6 argenti e 10 bronzi. Sette piazzamenti sul podio arrivano nell’ultima giornata di gare: tre primi posti, tre seconde piazze e una terza.

Oro-Argento e una miglior prestazione italiana: è questo il verdetto dei 400 ostacoli Allievi della XV Gymnasiade in corso in Brasile. Lo stadio del Corpo Federale dei Vigili del Fuoco di Brasilia ha visto oggi una grandissima gara di Matteo Beria, capace di vincere il giro di pista con barriere con il crono di 51.46. Il vicentino, a ottobre a Jesolo doppio campione italiano sia sui 100hs che sui 400hs, sigla così la miglior prestazione italiana Allievi nella specialità facendo meglio del 51.50 corso da Josè R. Bencosme de Leon il 13 giugno 2009. Da sottolineare come Beria nell'occasione si sia migliorato di quasi 7 decimi. Trainato da Beria, a Brasilia anche Giuseppe Biondo porta a casa il primato personale conquistando la medaglia d’argento in 52.25 e completando l’impresa azzurra. Impresa cui va molto vicina Ayomide Folorunso, partita a razzo nei 400 ostacoli femminili per poi incocciare malamente nell’ultimo ostacolo quando ha circa una ventina di metri di vantaggio sulla seconda. La ragazza di Fidenza cade a terra, si rialza, ma ormai la medaglia è sfuggita: è quarta in 1:02.40, a un centesimo dal bronzo.

Un altro oro arriva dal triplo maschile dove l’ex rugbista parmigiano Tobia Bocchi balza sul primo posto con la misura di 15,57 (-0.2). Per Bocchi è il primato personale, migliorato di 23 centimetri, con il quinto dei mondiali di Donetsk Simone Forte a fargli compagnia sul podio (è terzo)con la misura di 15,21 (-0.7). Sono bravi poi i ragazzi della staffetta 100-200-300-400: Davide Rossi, Diego Aldo Pettorossi, Leonardo Vanzo e Giuseppe Leonardi vincono il titolo in 1:53.10, festeggiando anche l’ingresso al secondo posto all time di categoria (la MPI è l'1:53.05 siglato alle Gymnasiadi di Caen 2002 da Micheletti, De Giovanni, Howe e Conti). Impresa quasi riuscita alle compagne della staffetta femminile Beatrice Fiorese, Alessia Niotta, Alice Mangione e Ayomide Folorunso che chiudono in 2:11.53, al secondo posto dietro alla Russia (2:11.08).

Altre due medaglie arrivano dalle Allieve Alessia Niotta e da Francesca Semeraro. La livornese Niotta, quest’anno già finalista all’Eyof di Utrecht, dopo il 25.28 della semifinale corre in 24.83 (+0.6), quanto basta per salire sul terzo gradino del podio. Misura di 3,60 invece per Francesca Semeraro che vince la prima medaglia internazionale della carriera: all’inizio sembra un bronzo, poi diventa argento quando un’avversaria russa infila tre nulli alla misura d’entrata di 4 metri. Per finire i piazzamenti: Diego Aldo Pettorossi è quarto nel mezzo giro di pista con il crono di 21.78 (+0.3) mentre Andreas Zagler arriva settimo nel giavellotto con la misura di 56,52.

Fonte: Fidal.it

Foto: Fidal Colombo

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

GIUGNO
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento