L'Enterprise Sport & Service subito al comando

  • Napoli (NA)


Napoli, 8 maggio 2017 – L'attesa è terminata, si potrebbe affermare “finalmente”, ed è così che Napoli ha ospitato nel weekend la ripresa – per la stagione in corso – del campionato italiano di società su pista assoluto che, per la prima volta, ha visto il team campano in gara con lo scudetto ricamato sulla propria divisa sportiva.

Una discesa in campo d'impatto non solo per l'appariscenza del nuovo materiale tecnico Karhu e la partnership con l'ACSI, ma soprattutto per la compattezza e la rilevanza di una squadra consolidata dalle importanti prestazioni.

Tempi e distanze degni di nota quelli registrati sulla pista del Parco Virgiliano, con le gare aperte dal primo sussulto e dal primo oro regalato nei 110hs da Mirko Masullo con 14”07, anteprima di quanto sarebbe accaduto poco dopo sui 100m con il primo podio interamente targato Enterprise: Gaetano Di Franco, Pietro Barone e Bruno Scaglione  i protagonisti del primo tris, rispettivamente in 10”67 il primo e 11”17 i secondi.

Stessa scena nei 400m e nei 200m il giorno dopo, nel primo caso con la vittoria dell'azzurro degli Europei di Amsterdam 2016 e campione italiano promesse (in gara da civile e non con la nuova casacca dei Carabinieri),  Giusepppe Leonardi con 47”47, a precede il capitano, azzurro a Tampere 2013, Vito Incantalupo con 47”84 e la giovane stella nascente, il casertano Federico Crisci, capace di un 48”24 che vale il minimo per gli Italiani  Assoluti, ma soprattutto per gli EuroJunior di Grosseto 2017! Quarto, ma con il dovuto merito, l'allievo Amedeo Perazzo in 50”. Sui 200m ancora una bordata di Gaetano di Franco, probabilmente la prestazione di maggior sorpresa della manifestazione, capace di vincere il mezzo giro di pista in 21”02, frantumando il proprio personale e battendo l'amico e compagno di squadra Giuseppe Leonardi in 21”53, laddove poi Federico Crisci si riscattava su Vito Incantalupo con 22”01 a 22“06 precedendo Bruno Scaglione (con ben 7 atleti nei primi 9 classificati).

Vittoria meritevole di applausi quella di Hajjaj El Jebli sui 1500m percorsi in 3'53”, con Paul Arents ad incalzarlo con 3'56”, in attesa degli 800m vinti la domenica in 1'54”; ancora mezzofondo con le vittorie di Tarik Marhnaoui e Abdel Aziz Merzougui Nourddine, rispettivamente nei 5000m e nei 3000st col tempo di 14'22”74 e 8'30”, mentre sul giro di pista ad ostacoli l'ennesima doppietta era firmata da Janis Baltuss e dal portacolori delle Fiamme Azzurre, già nazionale degli Europei Under 23 di Tampere 2013,  Lorenzo Veroli.

Passeggiata, ovviamente in tono eufemistico, di Francesco Fortunato nei 10km di marcia, il finanziere capace di vincere tutti i titoli italiani degli ultimi anni, nonché gli ultimi Giochi del Mediterraneo U23, che con un'azione semplice e pulita ha portato a casa un più che discreto 40'33”39, precedendo Vincenzo Verde giunto in 45'09”41.

Spettacolo e vittorie anche nelle pedane di salto, con l'olimpionico Marek Arents nell'asta a 5,40m, Janis Vanags nell'alto a 2,05m, ma in particolar modo Elvijs Misans, trionfatore dapprima nel triplo con 15,82m e poi nel lungo con 7,72m in una sfida interna e diretta con l'aviere Stefano Tremigliozzi, atterrato a 7,65m.

Indescrivibile quanto accaduto nei lanci, aperti da Maris Urtans nel disco con 51,20m, ripetutosi nel peso a 17,80m, mentre doppia sfida e conseguente doppietta per Igors Sokolovs e Ainars Vaiculens nel martello con 64,30m e 63,85m e per Rolands Strobinders e Ansis Bruns nel giavellotto con 81,05m e 79,43m.

Doppia vittoria anche nelle staffette, con quella breve, al 4x100m, corsa dal quartetto Scaglione-Baltuss-Barone-Di Franco in 41”84 e quella lunga, la 4x400m, da Vito Incantalupo, Janis Baltuss, Lorenzo Veroli e Giuseppe Leonardi in 3'14”10. Degna di nota anche il risultato in quest’ultima gara della staffetta composta interamente dai giovani allievi, capaci, al primo tentativo e non a formazione completa, di strappare un pass per i campionati italiani di categoria di Rieti 2017 a giugno grazie ad un 3'32”75 ottenuto da Giuseppe D'Amore, Giovanni De Felice, Andrea Tatafiore ed Amedeo Perazzo.

Quasi la totalità dei tesserati in gara nel weekend, col merito determinante di aver contribuito a conquistare la vittoria in tutte le 20 gare del programma tecnico, che valgono 17772 punti al termine della prima fase a 18 punteggi e che proiettano il gruppo verso un punteggio finale di qualificazione mai visto sino ad oggi, già in vetta alla classifica italiana, in attesa dei prossimi impegni propedeutici all’appuntamento post estivo di Modena.

 

Ufficio Stampa

ASD Enterprise Sport & Service

 

 

L'elenco completo dei risultati alla prima fase del CdS Assoluto su pista di Campania e Molise al link:

http://www.fidal.it/risultati/2017/REG14483/Index.htm

 

Le foto degli atleti dell’Enterprise Sport & Service in gara nella manifestazione sono pubblicate sulla pagina Facebook della squadra:
https://www.facebook.com/EnterpriseSportAndService/

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

OTTOBRE
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento