Maratona di Roma: Toniolo e Chatbi terzi

  • Roma
Acea Maratona di Roma sotto la pioggia. Un avversario in più per gli oltre 15.000 runners che stamattina hanno percorso i 42,195km della Capitale con partenza e arrivo in via dei Fori Imperiali. Anche quest'anno è l'Etiopia a dettare il passo. Ad aggiudicarsi la ventunesima edizione della manifestazione (IAAF Road Race Gold Label) è, infatti, Abebe Degefa (2h12:23) davanti al connazionale Birhanu Achame (2h12:32) e all'azzurro Jamel Chatbi (Atl. Riccardi Milano), 2h14:04 all'esordio su questa distanza. Italia anche sul terzo gradino del podio della gara femminile con la vicentina Deborah Toniolo (Forestale) che in 2h36:30 replica il piazzamento ottenuto a novembre alla Turin Marathon. Davanti a lei due etiopi: la vincitrice Meseret Towalk 2h30:25 e Alem Kifle 2h31:01. Tornando, invece, alla prova degli uomini Ruggero Pertile (Assindustria Sport Padova) conclude il suo ritorno sulle strade di Roma in quinta posizione (2h15:40); nono l'ultramaratoneta Giorgio Calcaterra (Calcaterra Sport) 2h34:26 partito con il generoso intento di "doppiare" i 42km. I finanzieri Andrea Lalli e Ahmed El Mazoury, in vista dei prossimi impegni in maratona (il 12 aprile rispettivamente a Rotterdam e Milano) hanno, invece, completato i loro test di 30km in 1h33:09 ed 1h39:24 (1h17:49 ai 25km). Come sempre è stata una grande festa della corsa animata dalle decine di migliaia di appassionati e turisti che si sono cimentati sui 5km della non competitiva RomaFun. 11.516 in tutto, invece, i finishers della Maratona di Roma 2015: 9.257 uomini e 2.259 donne. Al traguardo 6.627 maratoneti italiani e 4.889 stranieri.

IL RACCONTO DELLA GARA
UOMINI - Partenza spedita (15:05 ai 5km) con una decina di atleti africani a fare l'andatura. In mezzo a loro c'è anche Jamel Chatbi (Atl. Riccardi Milano) all'esordio sulla distanza. Al decimo chilometro il ritmo è decisamente sostenuto (passaggio in 30:10) con i pacemaker keniani William Kibor e Leonard Kipkoech a trainare la sempre nutrita pattuglia di testa. Oltre a Chatbi (30:11), subito dietro è la volta di altri tre azzurri: Ruggero Pertile (30:59) affiancato dai finanzieri Andrea Lalli ed Ahmed El Mazoury.
Quando si arriva al giro di boa (21,097km) Kibor e Kipkoech continuano nel loro ruolo di battistrada (1h04:08) portandosi al seguito un quartetto di etiopi composto da Abebe Degefa, Birhanu Achame, Habtamu Wakeyo e Dadi Gemeda. Chatbi viaggia in settima posizione (1h04:33) con Lalli ed El Mazoury che passano alla mezza maratona in 1h05:44. Leggermente più indietro c'è Pertile (1h05:59). Chilometro numero 30: Degefa e Achame si lasciano ancora trascinare da Kibor (1h31:36). Lalli, intanto, chiude la sua "training competition" in 1h33:09 così come El Mazoury (1h:39:24), dopo che entrambi erano transitati al 25°km in 1h17:49. Chatbi rimane settimo (1h33:14) con quasi due minuti di vantaggio su Pertile (1h35:01). Ancora 5km: Kibor si è ormai defilato e al comando restano Achame e Degefa (1h48:19) che a questo punto si limitano a gestire il margine fin qui accumulato. Il ritmo nel finale crolla, gli azzurri sono in rimonta. Vince Degefa in 2h12:23 precedendo Achame (2h12:32) e il debuttante Chatbi (2h14:04) che negli ultimi chilometri acciuffa e supera l'altro etiope Gemeda (2h15:05). Pertile finisce quinto in 2h15:40.

DONNE - Avvio meno sconsiderato per la gara femminile che dopo 10km (35:16) vede un gruppo di cinque atlete davanti a tutte. Si tratta della keniana Alice Kimutai, della russa Nastassia Stravoitava e del terzetto etiope formato da Meseret Tolwalk, Alem Kifle ed Alemu Ourge. Un minuto più indietro c'è la Toniolo (36:17) che, però, si presenterà al giro di boa in quarta posizione (1h16:43). A metà dell'opera (1h15:06), intanto, le tre etiopi hanno preso saldamente il comando delle operazioni, ribadendo pienamente il concetto anche alla soglia dei 30km dove transitano in 1h46:36 contro l'1h50:01 dell'azzurra. Cinque chilometri più avanti Towalk e Kifle se ne vanno in tandem (2h05:36). Sganciata la connazionale Ourge (2h07:36) che perde terreno, mentre la Toniolo resta in scia (2h09:39) e si prepara al sorpasso che si materializza entro il quarantesimo chilometro (2h28:06). Davanti a lei la Towalk ha ormai rotto gli indugi e va a prendersi la vittoria in 2h30:25. Curiosità: la 22enne etiope ha corso gli ultimi 2,195km da Piazza di Spagna ai Fori Imperiali nello stesso tempo (7:50) del vincitore della gara maschile. Seconda è la connazionale Kifle (2h31:01) seguita dalla Toniolo (2h36:30) che, cinque mesi dopo Torino, torna sul podio di una grande maratona internazionale italiana.

CALCATERRA, MARATONA BIS - Missione compiuta! Il 42enne romano Giorgio Calcaterra, tri-campione del mondo della 100km, aveva programmato di correre per due volte consecutive la XXI Maratona di Roma e ce l'ha fatta.
Calcaterra E L'ultimo Arrivato (Foto Organizzatori)
Oggi dopo aver tagliato il traguardo la prima volta al 9° posto in 2h34:26 ed essersi regolarmente sottoposto al controllo antidoping, è ripartito a tutta velocità, raggiungendo l'ultimo atleta della maratona (Eligio Lomuscio, 70enne di Barletta) intorno al 40°km e incitandolo a concludere la sua fatica, camminando con lui: “Ho faticato non poco per raggiungere l'ultimo, ma ho voluto così festeggiare e onorare anche chi corre senza l'obiettivo della vittoria!".

LE PAROLE DEGLI AZZURRI
Deborah Toniolo (Forestale): "Oggi non è stato facile, le condizioni del meteo sicuramente non ci hanno aiutato, ma un terzo posto in una maratona importante come Roma è sempre una gran bella cosa. Grazie alla Forestale e a mio marito Giovanni (Ruggiero, ndr) che mi segue a livello tecnico. Dedica a mia figlia Giorgia che mi ha seguito da casa insieme ai nonni e agli amici che mi hanno fatto il tifo". 
Jamel Chatbi (Atl. Riccardi Milano): "Ho cercato di stare con il gruppo di testa nella prima parte di gara. Sono passato un po' più forte del previsto alla mezza maratona (1h04:33, ndr). Purtroppo il tempo non è stata dalla nostra parte, tanta acqua e tanto vento. Malgrado i crampi e i muscoli che si indurivano, nella seconda metà ho stretto i denti e mi sono detto: "questa come va, la finisco". Da qui ora si può lavorare".
Ruggero Pertile (Assindustria Sport Padova): "Oggi è stata una giornata difficile per il clima e in cui ho avuto qualche problema muscolare. Ho comunque cercato di correre sul mio passo e arrivare alla fine. E' stata dura. Mi do comunque un "bravo" perchè in simili condizioni non era proprio facile portare a casa questo risultato".  
ORDINE D'ARRIVO
UOMINI: 1. Abebe Degefa (ETH) 2h12:23, 2. Birhanu Achame (ETH) 2h12:32, 3. Jamel Chatbi (Atl. Riccardi Milano) 2h14:04, 4. Dadi Gemeda (ETH) 2h15:05, 5. Ruggero Pertile (Assindustria Sport Padova) 2h15:40, 6. Weldon Korir (KEN) 2h22:18, 7. Netakibeb Tekeste (ETH) 2h25:58, 8. Michael Kalomiris (GRE) 2h29:30, 9. Giorgio Calcaterra (Calcaterra Sport) 2h34:26, 10. Domenico Liberatore (Podistica Solidarietà) 2h34:31
DONNE: 1. Meseret Tolwalk (ETH) 2h30:25, 2. Alem Kifle (ETH) 2h31:01, 3. Deborah Toniolo (Forestale) 2h36:30, 4. Annelie Johansson (SWE) 2h40:05, 5. Anastasia Kusherenko (RUS) 2h40:23, 6. Irina Smolnikova (KAZ) 2h43:06, 7. Jane Fardell (AUS) 2h45:07, 8. Mauriza Cunico (Vicenza Marathon) 2h52:39, 9. Renate Vranken (NED) 2h55:31, 10. Silvia Luna (Grottini Team) 2h57:15

a.g.

FONTE: www.fidal.it
comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

LUGLIO
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento

Evento collegato

Maratona di Roma 2015