Mondiali: la 50km è di Toth

  • Asia

di Marco Sicari

Cinquanta chilometri in solitaria, in testa dall'inzio alla fine. Lo slovacco Matej Toth sceglie la strada più difficile per prendersi l'oro mondiale, ma non sbaglia, e compie l'impresa. E' primo al traguardo in 3h40:32, argento all'australiano Jarred Tallent (3h42:17), e bronzo al giapponese Takayuki Tanii (3h42:55). Il campione del mondo di Mosca 2013, l'irlandese Robert Heffernan, è quinto (3h44:17), il quasi 46enne Jesus Angel Garcia (Spagna), monumento della specialità, è nono (3h46:43). Gli azzurri, al contrario del vincitore, provano la gara di rimonta, ma il risultato non è probabilmente quello sperato. Marco De Luca è sedicesimo (3h53:02, a 12:30 dal vincitore), Matteo Giupponi diciassettesimo (3h53:23), Teodorico Caporaso è venticinquesimo (3h56:58).

LA CRONACA DELLA GARA

50km
Matej Toth completa l'impresa. Il primo ad entrare al Bird's Nest è lui, e taglia il tragaurdo in 3h40:32 (43:31 gli ultimi 10km), tempo di rilievo, considerato il tipo di gara e le condizioni ambientali difficili. Argento a Jarred Tallent (3:42.17), lo stesso metallo che colse qui sette anni fa, ai Giochi Olimpici. Terzo il giapponese Takayuki Tanii (3:42.55).

Marco De Luca è sedicesimo (3h53:02, a 12:30 dal vincitore), Matteo Giupponi lo segue a una ventina di secondi (3h53:23, diciassettesimo), Teo Caporaso è venticinquesimo (3h56:58).

40km
Al quarantesimo chilometro Matej Toth è sempre al comando (2h57.01, 43:47 nella frazione di 10km, la più veloce della gara). dietro di lui, i superstiti sono in tre: l'australiano Tallent (a 1:13), e i due giapponesi Tanii (1:16) e Arai (1:19). I distacchi cominciano a essere pesantissimi. L'ottavo posto, occupato dall'altro slovacco Majdan, è distante 4:35. Un guasto al sistema di rilevamento fa perdere i riferimenti cronometri degli azzurri, che transitano comunque con distacchi molto severi.

30km
Il divario tra Toth, battistrada unico, e gli inseguitori, continua a crescere. Al trentesimo chilometro (2h13:14, split di 43:50), lo slovacco ha 1:09 di vantaggio su sei atleti: i giapponesi Tanii e Arai, l'australiano Tallent, il guatemalteco Barrondo (successivamente squalificato), il cinese Zhang, l'irlandese Heffernan. Non sono evidenti segni di crisi da parte di nessuno di questi atleti, ma la temperatura cresce inesorabilmente, ed il caldo comincia a farsi sentire.

Italiani in leggera difficoltà: non cambiano le posizioni, ma lo svantaggio cresce di circa 3 minuti in questi 10km: Marco De Luca è 23esimo a 7:04 (2h20:18, 46:51), Matteo Giupponi 24esimo a 7:15 (2h20:29, 47:02), Teodorico Caporaso sale di un posto, ed è trentesimo, a 8:06 (2h21:20, 47:05).

20km
Toth prosegue la sua gara di testa, ma l'andatura cresce. Il passaggio è di 1h29:24 (44:02 nella frazione di 10km), con vantaggio aumentato fino a 50 secondi su un gruppo di sette atleti; sono il cinese Zhang e l'australiano Tallent a fare il ritmo. Gli italiani risalgono posizioni: Giupponi è 23esimo, a 4:03 (1h33:27, frazione di 10km in 46:39), stesso tempo per De Luca, 24esimo, mentre Teo Caporaso è 31esimo, a 4:51 (1h34:15, 46:43).

10km
Matej Toth, lo slovacco d'argento agli Europei di Zurigo dello scorso anno, uno dei favoriti per le medaglie anche a Pechino, fa una scelta tra coraggio e imprudenza. Se ne va via in solitaria dal primo metro, sul passo di 4:30 al chilometro. Ai primi 10km transita in 45:22, con 27 secondi di vantaggio su un nutrito gruppo di inseguitori, comprendente tra gli altri l'irlandese Heffernan (oro a Mosca) e l'australiano Tallent. Gli azzurri partono con molta calma: Matteo Giupponi è 28esimo (46:48), Marco De Luca 30esimo (stesso tempo), Teodorico Caporaso 38esimo (47:32).

RISULTATI

Fonte: www.fidal.it

Foto: FIDAL/Colombo

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

LUGLIO
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento

Evento collegato

Campionati Mondiali su Pista 2015