Mondiali, uragano Schippers: oro in 21.63

  • Asia

di Marco Sicari

E’ il mondiale delle imprese, dei risultati iperbolici, delle ascese di nuove stelle nel firmamento dell’atletica. Dafne Schippers c’era andata vicina, nella finale dei 100 metri, chiusa al secondo posto in 10.81. Stasera, nei 200 metri, la 23enne olandese ha scritto una pagina importante della (non soltanto sua) storia sportiva, laureandosi campionessa del mondo con un crono fantascientifico: 21.63 (+0.2), record europeo (abbattuto il 21.71 di Marita Koch datato 1979), record dei campionati, terza prestazione mondiale di sempre, alle spalle della Florence Griffith Joyner di Seul ’88 (21.34) e per un centesimo appena, di Marion Jones (21.62 nel 1998). Una gara esaltante, risolta dall’olandese solo nei metri conclusivi, con il completamento della rincorsa all’emergente giamaicana Elaine Thompson, due settimane più giovane, e seconda la traguardo per soli tre centesimi (21.66, quinta prestazione mondiale di sempre, a due centesimi dal record giamaicano di Merlene Ottey) . A voler dire che una nuova generazione si sta affacciando nello sprint, mentre un’altra, quella di Veronica Campbell Brown (terza, 21.97) sta per andare in pensione, anche se riesce ancora a dire la sua. Le prime cinque si migliorano tutte, fino alla britannica Dina Asher-Smith, vent’anni ancora da compiere, e 22.07 di (ennesimo) primato nazionale. Film della gara: la Thompson, partita come una saetta, esce per prima sul rettilineo, con la Schippers ad inseguire insieme alla statunitense Mcgrone. Ma Dafne ha dalla sua una potenza non comune, ed una tenuta alla distanza che qui a Pechino si è rivelata letale: aggancia la rivale ad un passo dal traguardo, e la trafigge con un affondo negli ultimi due appoggi. Prima delle lacrime avvolte nella bandiera olandese.

Europa protagonista in pista, pochi minuti dopo la Schippers, anche negli ostacoli. Il merito è di Sergey Shubenkov, il russo dalle frequenze impossibili, che scende al di sotto dei 13 secondi per portarsi via l’oro delle barriere alte. Il 12.98 (record nazionale, +0.1) che lo consacra campione del mondo, basta a tenere a distanza il gigantesco giamaicano Hansle Parchement (13.03) e lo statunitense Aries Merritt (13.04, che come riportato dai media di tutto il mondo tra qualche giorno si sottoporrà negli Stati Uniti ad un trapianto di rene, grazie alla donazione della sorella). Fuori dal podio i tre francesi, ma certo il vecchio continente non può lamentarsi della serata pechinese. Anche perché arrivano altre due medaglie, nell’ennesima finale di elevato contenuto tecnico: il lungo donne, dove le prime tre finiscono tutte oltre i 7 metri (ai Mondiali non accadeva dal 1991, 24 anni fa). Vince la statunitense Tianna Bartoletta con 7,14 (+1.2, miglior prestazione mondiale dell’anno), ma firmano primati nazionali sia la britannica Shara Proctor (argento, 7,07) sia la serba Ivana Spanovic (bronzo, 7,01).

Giamaica protagonista nei 100hs: si laurea campionessa del mondo la 23enne Danielle Williams (12.57, -0.3), certamente non una delle atlete più attese, che sfrutta clamorose esclusioni (una caduta in semifinale mette fuori gioco la statunitense Dawn Harper) e rendimenti al di sotto delle attese (a cominciare da Sharika Nelvis, capolista stagionale con 12.34, e qui ottava in 13.06). Ancora due medaglie europee: l’argento della tedesca Roleder (12.59) e il bronzo della bielorussa Talay (12.66, record nazionale). Nel Decathlon, impresa dello statunitense Ashton Eaton, il primatista del mondo, al comando al termine della prima giornata con 4703 punti: il 45.00 ottenuto nei 400 metri, è il miglior tempo di sempre nella specialità in versione “multipla”. Nessuna sorpresa veramente clamorosa nelle semifinali dei 1500 metri: sono dentro tutti i big, da Abel Kiprop a Silas Kiplagat, da Elijah Manangoi a Taoufik Makhloufi. L’Africa, quando si parla di mezzofondo, continua il suo dominio.

RISULTATI

Fonte: www.fidal.it

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

AGOSTO
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento

Evento collegato

Campionati Mondiali su Pista 2015