Olimpiadi, azzurri nella terza giornata

Domattina (ore 9:30 locali, le 14:30 italiane) i Giochi di Rio assegneranno l’oro olimpico della maratona donne. Il percorso, con partenza e arrivo al Sambodromo, luogo simbolo del carnevale, si snoderà lungo la parte costiera della città vecchia, toccando Gloria, Flamengo e lambendo Botafogo, in uno scenario che avrà spesso sullo sfondo il “pan di zucchero”. Immagini da cartolina per la corsa sui 42km e 195 metri, che vedrà al via tre azzurre: Catherine Bertone, Anna Incerti e Valeria Straneo. La più accreditata delle maratonete italiane è certamente la Straneo, che nel biennio 2013-2014 ha rasentato la perfezione agonistica, ottenendo l’argento mondiale a Mosca e quello europeo a Zurigo. Da lì, per la piemontese (settima a Londra 2012), sono però cominciati i guai fisici: un tunnel dal quale è uscita nella tarda primavera di quest’anno, guadagnando la convocazione per i Giochi. Difficile immaginarla protagonista come nelle stagioni migliori, ma la tempra e l’agonismo sono da sempre i caratteri distintivi di Valeria Straneo. La palermitana Anna Incerti (oro europeo a Barcellona 2010, terza partecipazione olimpica) e l’aostana Catherine Bertone (la sorpresa dell’anno, medico pediatra che si è scoperta runner di livello internazionale in età adulta) puntano ad un piazzamento, in una prova dalla lettura sempre complessa.

Nella sessione serale (ore 20:30 a Rio, l’1:30 italiana) andrà in pedana Silvano Chesani, componente superstite di quella che avrebbe potuto essere “l’invincibile armata” del salto in alto tricolore. Le defezioni per infortunio di Marco Fassinotti e Gianmarco Tamberi hanno invece lasciato solo il trentino, che proverà ad attaccare la quota di qualificazione posta a 2,31 (ben 44 gli iscritti, divisi nei consueti due gruppi). La serata proporrà anche il momento decisivo dell’Olimpiade di Libania Grenot. L’azzurra è chiamata all’impresa nelle semifinali dei 400 metri, dopo l’agevole qualificazione nella batteria di quest’oggi. Per lei, sorteggio non proprio benevolo, considerato che correrà contro due delle pretendenti alle medaglie, la statunitense Allyson Felix e la bahamense Shaunae Miller, oltre ad avversarie di primissimo piano come la giamaicana Christine Day. Sesta corsia per l’italiana, che avrà dunque alle sue spalle, in partenza, il terzetto delle atlete citate. Volendo, la cosa potrebbe anche essere vista in maniera diversa; ovvero, che nella caccia alle prime otto posizioni, essere inserita in una semifinale di questo livello può consentire di ottenere i riferimenti giusti per la promozione. Vedremo. Appuntamento alle 20:45 locali, l’1:45 italiana.

m.s.

Fonte: wwww.fidal.it
Foto: FIDAL/Colombo

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

MAGGIO
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento

Evento collegato

Giochi Olimpici 2016