Paralimpiadi: inizia l'avventura azzurra a Rio 2016

Scattano mercoledì 7 settembre le Paralimpiadi a Rio de Janeiro con la cerimonia di apertura allo stadio Maracana. Le gare di atletica si svolgeranno per undici giornate, da giovedì 8 a domenica 18 settembre, e la sede delle competizioni su pista sarà lo stadio Engenhao, che ha già ospitato le Olimpiadi. La squadra italiana di atletica paralimpica verrà rappresentata da 13 azzurri, 7 donne e 6 uomini, con Martina Caironi a guidare la spedizione. Infatti la primatista e campionessa mondiale sui 100 T42 non solo potrà difendere il titolo conquistato a Londra quattro anni fa, ma si cimenterà anche nel lungo, specialità che le ha regalato un oro e un argento iridato. Nella cerimonia di apertura, che inizierà alle 18:15 ora locale (23:15 italiane), la sprinter bergamasca delle Fiamme Gialle rivestirà anche il ruolo d’onore di portabandiera tricolore davanti a tutta la delegazione dell’Italia composta da 101 atleti in rappresentanza di 14 discipline. Rio 2016 segnerà poi il rientro alle gare di Assunta Legnante (Anthropos Civitanova Marche) dopo l’operazione riuscita alla schiena di tre mesi fa. La lanciatrice napoletana, numero uno al mondo nel getto del peso F11 con il primato di 17,32, ha già fatto storia perché è l’unica atleta paralimpica ad aver vinto in carriera medaglie prestigiose anche da normodotata. Inoltre l’oro di Londra 2012 sarà presente nel disco, che l’ha già portata in cima al podio agli Europei di Swansea nel 2014. La 21enne Oxana Corso (Fiamme Gialle), reduce dai due argenti continentali di Grosseto nei 100 e 200 T35, tornerà a gareggiare in una Paralimpiade dopo essere stata la più giovane azzurra a vincere la stessa medaglia per ben due volte nello stadio olimpico londinese. Farà parte della squadra di Rio la velocista biamputata Giusy Versace (Fiamme Azzurre), recordwoman tricolore T43 e protagonista agli Europei di casa con due bronzi nei 200 e 400. Nelle stesse specialità, prima partecipazione ai Giochi Paralimpici anche per Federica Maspero (Omero Runners Bergamo), autrice di un ottimo quarto posto nel giro di pista ai Mondiali di Doha del 2015. Si aggiungono alla lista Monica Contrafatto (Paralimpico Difesa), che si è avvicinata allo sport dopo aver visto in tv Martina Caironi vincere l’oro a Londra e si presenta all’appuntamento brasiliano con al collo un bronzo continentale nei 100 T42, e Arjola Dedaj (Fiamme Azzurre). La sprinter e saltatrice non vedente, bronzo nei 200 insieme alla guida Elisa Bettini e nel lungo T11 agli Europei di Grosseto dello scorso giugno, è stata convocata dalla FISPES per effetto della redistribuzione delle slot tra i vari Comitati Paralimpici Nazionali in seguito alla decisione di IPC di sospendere la Russia dalla partecipazione ai Giochi.

Tra gli uomini occupa un posto di primo piano Alvise De Vidi (Fiamme Azzurre), il capitano di tante Nazionali che a 50 anni dà ancora prova di essere competitivo nella corsa in carrozzina T51. Il suo ultimo exploit risale alla rassegna continentale dove si è piazzato secondo nei 400 metri, raggiungendo quota 35 allori tra Paralimpiadi (14), Mondiali (12) ed Europei (9). L’altro veterano del team sarà Roberto La Barbera (Pegaso), specialista del salto in lungo T44 con alle spalle una carriera ultradecennale culminata con l’argento alle Paralimpiadi di Atene nel 2004. Nella rosa azzurra ci sarà spazio per Alessandro Di Lello (Fiamme Azzurre), oro e bronzo nella maratona T46 nelle due recenti edizioni dei Campionati del Mondo di Lione 2013 e Doha 2015. Esordio ai Giochi invece per Oney Tapia (Omero Runners Bergamo), il lanciatore non vedente che nell’ultima stagione si è messo prepotentemente in evidenza con il titolo continentale guadagnato a Grosseto nel disco F11 e il record italiano di 42,56. L’italo-cubano, iscritto anche nel peso, è ora in seconda posizione nelle graduatorie mondiali del 2016. Completeranno la selezione Ruud Koutiki (Anthropos Civitanova), campione d’Europa dei 400 T20 nel 2014 e unico atleta della compagine azzurra con disabilità intellettivo-relazionale, ed Emanuele Di Marino (H2 Dynamic Handysports Lombardia), doppio bronzo conquistato agli ultimi Europei nei 400 T43/44 e come staffettista della 4x100 T42/47.

TV - La RAI seguirà le Paralimpiadi di Rio 2016 con una copertura televisiva di 14 ore quotidiane in diretta. Per gli undici giorni di gare, i collegamenti andranno dalle 14:00 alle 4:00 (ora italiana) su RaiSport 1 con finestre anche su Rai 2 (1:30-4:00), che trasmetterà poi una sintesi mattutina (ore 9:00-10:00). Diretta streaming sul sito web RaiSport.

La squadra italiana
Martina Caironi (Fiamme Gialle): 100 e lungo T42
Monica Contrafatto (Paralimpico Difesa): 100 T42
Oxana Corso (Fiamme Gialle): 100 e 200 T35
Arjola Dedaj (Fiamme Azzurre): 100, 200 e lungo T11
Assunta Legnante (Anthropos Civitanova): getto del peso e lancio del disco F11
Federica Maspero (Omero Runners Bergamo): 100, 200 e 400 T43
Giusy Versace (Fiamme Azzurre): 100, 200 e 400 T43
Alvise De Vidi (Fiamme Azzurre): 100 e 400 T51
Alessandro Di Lello (Fiamme Azzurre): maratona T46
Emanuele Di Marino (H2 Dynamic Handysports Lombardia):  100,  200 e  400 T44
Ruud Koutiki (Anthropos Civitanova Marche): 400 T20
Roberto La Barbera (Pegaso): salto in lungo T44
Oney Tapia (Omero Runners Bergamo): getto del peso e lancio del disco F11

(da comunicati FISPES - Giuliana Grillo)

ORARIO DEGLI AZZURRI IN GARA

PROGRAMMA ORARIO COMPLETO

Fonte: www.fidal.it

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

SETTEMBRE
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento

Evento collegato

Giochi Paralimpici 2016