Pertile si prende la Maratona di Padova

  • Padova (PD)

Non accadeva dal 2006 che due italiani vincessero gara maschile e femminile della Maratona di Padova - XVII S.Antonio. E’ accaduto oggi, domenica 17 aprile, e anche questa volta, uno dei due è Ruggero Pertile, la stella di casa, con Federica Dal Ri a imporsi nella prova femminile. Il campione azzurro di Assindustria Sport era l’uomo più atteso e la sua vittoria è stata accolta nel tripudio di Prato della Valle, gremito: 2h12:17 il suo rilievo cronometrico ottenuto dopo un momento personale molto difficile. Il gruppetto di testa, con il burundese Pierre-Célestin Nihorimbere, i keniani Edwin Mwogi Kiptanui e Kosgei e l’ugandese Chemonges, è rimasto compatto sino al 25° chilometro (passaggio alla mezza in 1h05:29), quando proprio quest’ultimo si è staccato. Intorno al 30° sono rimasti in testa Pertile e Kiptanui. Al 36°, alle porte di Padova, “Rero” si è portato al comando in solitario, proseguendo sino al traguardo, dove ha trovato a corrergli incontro la figlia Alice e la moglie Chiara. “I primi chilometri sono stati molto difficili per me, mi sono serviti per scaricare la tensione di questi giorni” ha sottolineato il vincitore, cui pochi giorni fa è mancato il papà Lorenzo. “Il grande tifo lungo tutto il percorso mi ha spinto in modo incredibile, ho sentito forte la presenza di mio padre e della mia famiglia". Lorenzo Pertile è stato dirigente dell'U.S. Villanova, il primo a guidare il giovane Ruggero in pista a trasmettergli l'amore per l'atletica leggera. "Adesso? Staccherò per tre settimane, ne ho bisogno. E poi tornerò a concentrarmi su Rio”. Al secondo posto oggi c’era Nihorimbere in 2h15:04, mente Kiptanui ottiene 2h25:31. E’ quarto Massimiliano Strappato (Atletica Amatori Osimo) in 2h25:38.

In campo femminile davanti a tutte Federica Dal Ri, la keniana Lilian Chemweno e Teresa Montrone, arrivate in Prato della Valle in quest’ordine. Al 30° chilometro la svolta, quando la portacolori dell’Esercito è rimasta sola (passando in 1h30:55) fino al crono finale di 2h37:05. “Era il mio debutto in una maratona, in un certo senso l’inizio di una nuova carriera. Non nascondo che ho faticato molto fra il 30° e il 37°, in quel frangente ho pensato a mia figlia Chiara e ai tanti sacrifici fatti per preparare questa gara. Mi hanno dato la forza per arrivare in fondo”.

Nella mezza maratona, partita da Abano Terme, affermazioni per Alemu Bekele (Bahrein) 1h03:33 e per Ilaria Aicardi (Atletica Reggio Asd) in 1h22:45 in campo femminile. Gli arrivati sono stati 3.844 fra maratona e mezza, contro i 2.955 del 2015, a testimonianza del gradimento del nuovo percorsoo, che si è diretto verso la zona dei Colli Euganei attraverso Rubano, Selvazzano Dentro e Teolo, rimanendo però sempre in pianura e raggiungendo Abano Terme.

TV - Un’ampia sintesi di un’ora e mezza della Maratona di Padova - XVII S.Antonio andrà in onda su Rai Sport 1 e 2 lunedì 18 aprile dalle ore 16 alle 17.30, con il commento di Franco Bragagna e Orlando Pizzolato, e in replica martedì 19 aprile dalle 8 alle 9.30.

(da comunicati stampa organizzatori)

Fonte: www.fidal.it


comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

GIUGNO
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento

Evento collegato

Maratona di Padova 2016