Zenoni da record: 4:16.02 a Padova

  • Europa
  • Aosta (AO)
  • Bergamo (BG)
  • Padova (PD)
  • Udine (UD)
  • Modena (MO)
  • Ancona (AN)
  • Firenze (FI)

Prima gara in pista del 2016 e subito un record per Marta Zenoni. Oggi aPadova l'ancora 16enne dell'Atletica Bergamo 1959 Creberg è stata autrice di una prova in solitaria nei 1500 metri che l'ha condotta al traguardo in 4:16.02(passaggi: 33:1/200m - 1:06.7/400m - 1:40.7/600m - 2:15.6/800m - 2:50.0/1000m - 3:24.7/1200m). Occhio al crono perchè è la migliore prestazione italiana Allieve che toglie quasi tre secondi al precedente limite di categoria, 4:18.86, che proprio la Zenoni aveva corso su questa stessa pista il 21 febbraio della passata stagione. Un risultato che per la cronaca è inferiore anche al primato nazionale junior al coperto: 4:21.91 di Federica Del Buono nel 2013. Grazie a questa performance la giovane mezzofondista lombarda - bronzo mondiale under 18 e tricolore assoluta outdoor degli 800 metri - fa il suo ingresso al decimo posto nella top-10 italiana alltime assoluta in sala. 

BERGAMO, MOTTA EGUAGLIA SOTTILE A 2,14 - C'è la pedana dell'alto sotto i riflettori della riunione indoor di Bergamo. Oggi a sfidarsi sono il campione del mondo under 18 Stefano Sottile (Atl. Valsesia), al primo anno da junior, e Andrea Motta (Bergamo 59 Creberg). La gara culmina per entrambi a quota 2,14, misura su cui sia il lombardo che il piemontese hanno ragione al primo tentativo. La vittoria, però, per un errore in meno al precedente 2,10 va a Motta che si toglie anche la soddisfazione di eguagliare la migliore prestazione italiana indoor Allievi che proprio Sottile aveva stabilito con 2,14 il 18 gennaio del 2015 ad Aosta. Il giovane campione iridato (PB 2,20 all'aperto) ha poi provato senza successo per tre volte la misura di 2,18.

PADOVA, L'ALLIEVO EL AMMARI 3:56.99 NEI 1500 - Non solo Zenoni sui 1500 di Padova. Anche al maschile il cronometro fissa un tempo di grande valore: 3:56.99. L'autore è Ouassim El Ammari (Vis Abano) che proprio nel giorno del 17esimo compleanno corre i suoi 1500 metri più veloci di sempre anche del 3:59.96 centrato all'aperto nel 2015. Ouassim è nato a Fquih Ben Salah in Marocco e poi si è trasferito in Italia a Padova. E' ancora in attesa di cittadinanza italiana. In passato ha giocato anche a calcio, ora si allena sotto la guida tecnica di Antonio Marchetti. Nota statistica: il crono da lui realizzato oggi è migliore del primato nazionale indoor di categoria, 3:59.1m di Francesco Micotti (Torino 1987) e 3:59.36 di Marco Barbone (Ancona 1987), ed anche delle performance di due stranieri eleggibili per i Campionati Italiani come Aziz el Idrissi (3:57.33 nel 2003) e Mohad Abdikadar (3:58.05 nel 2010). Sempre sulla pista del palas patavino da segnalare l'esordio in maglia Fiamme Gialle dell'azzurrina Ilaria Verderio: 55.44 alla sua prima uscita da junior nei 400 metri.

ANCONA: BENECCHI 4,25, LA CADETTA SILVESTRI BRILLA NEL TETRATHLON - Numeri di partecipazione a quattro cifre nel secondo weekend di sfide al Palaindoor di Ancona, con 1050 atleti-gara provenienti da tutta Italia nell’arco delle due giornate. Tanti giovani in evidenza e alcune presenze eccellenti, come il debutto stagionale sui 60 piani per Veronica Borsi, la primatista nazionale degli ostacoli (60hs indoor e 100hs all’aperto). In batteria, la 28enne romana delle Fiamme Gialle corre in 7.62 e poi fa segnare 7.65 nella finale, mentre il suo personal best sulla distanza è di 7.47 realizzato due anni fa. Nel salto con l’asta Giorgia Benecchi (Cus Parma) supera 4,25 al secondo tentativo, mentre la campionessa italiana assoluta Sonia Malavisi (Fiamme Gialle) compie tre errori alla quota di ingresso di 4,00. Sui 400 metri, conquista il successo Daniele Corsa (Folgore Brindisi): 48.69 alla sua prima gara fra gli under 23 per il giovane pugliese, che l’anno scorso si è messo al collo l’argento agli Europei juniores con la staffetta 4x400 azzurra.

Nel meeting giovanile del mattino, si mette in luce Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) che firma la miglior prestazione nazionale del tetrathlon cadette con 3022 punti. Una gara introdotta solo nel 2011 con l’attuale programma tecnico, che prevede nell’ordine 60 ostacoli, peso, alto e 400 metri. Però la non ancora 15enne marchigiana, campionessa italiana di categoria sui 1200 siepi nella scorsa stagione, ottiene una serie di risultati notevoli nelle singole prove: soprattutto il 57.96 sui 400, ma anche 9.34 nei 60hs.

AOSTA, PERINI SFIORA IL PB - Il 21enne Lorenzo Perini (Aeronautica) ha sceltoAosta per la sua prima gara dell'anno sulle barriere dei 60hs. Il bronzo europeo under 23 dei 110hs oggi è sceso in pista al "6° Trofeo Sandro Calvesi - Sprint & Hurdles" aggiudicandosi la batteria in 7.96 e poi migliorandosi di nuovo in finale a 7.89. Per l'ostacolista lombardo si tratta una prestazione ad un solo centesimo dal personale indoor di 7.88 realizzato due anni fa e bissato nella passata stagione.

MODENA, SALTI IN COPERTINA - Sulla pedana del lungo dell'impianto indoor di Modena la promessa Stefano Braga (Atl. Riccardi Milano 1946) firma tre salti sopra i 7,50: 7,58, 7,51 e 7,57. Nel triplo l'allievo Andrea Dallavalle (Atl. Piacenza) atterra vicino al personale con un hop-step-jump da 15,13. Chi si migliora nettamente è, invece, il decatleta junior Francesco Lama (Imola Sacmi Avis) che sale a 5,00 nell'asta, aggiungendo ben 40 centimetri al PB. Nello sprint 6.83 vincente dell'under 23 Simone Pettenati (La Fratellanza 1874).

FIRENZE JUNIOR: LARI 2,13 E FABBRI 18,52 - La pedana outdoor dello Stadio Ridolfi di Firenze vede il bel progresso dello junior Leonardo Fabbri. Il pesista dell'Atl. Firenze Marathon scaglia, infatti, l'attrezzo da 6kg a 18,30 nel lancio d'apertura e poi si migliora ancora a 18,52 (+24cm di personal best). Nell'alto indoor il 19enne Filippo Lari azzecca un salto da 2,13 che rappresenta 5 centimetri di personale in sala. Una misura che per il giovane talento dell'Atl. Livorno vale un risultato superiore anche al PB outdoor di 2,10. Ieri sul rettilineo coperto del rinnovato impianto fiorentino doppio impegno dell'ostacolista Giulia Pennella(Esercito) nei 60 piani: 7.70 in batteria e 7.72 in finale.

UDINE, CARMASSI SPRINT - Ad Udine, l'ostacolista under 23 Giada Carmassi ha vinto i 60 metri piani stabilendo il nuovo personal best. Per la portacolori della Brugnera Friulintagli 7.56 in batteria e 7.58 in finale. Il suo precedente limite era di 7.68 nel 2015.

ASTISTI ITALIANI IN FRANCIA - Sabato 16 gennaio due astisti italiani in gara al Perche Elite Tour di Orleans. Alessandro Sinno è stato il migliore del secondo gruppo con 5,37 alla seconda prova e tre errori a 5,47. Il 21enne dell'Aeronautica vanta un PB indoor di 5,40 realizzato due anni fa ad Ancona. Nel concorso principale brilla il cinese Changrui Xue (quinto all'ultima edizione dei Mondiali in sala) che svetta su tutti a quota 5,81, nuovo record nazionale al coperto. Battuto l'iridato indoor in carica, il greco Kostas Filippidis (5,67). Al femminile, il bronzo degli Euroindoor 2015 Angelica Bengtsson ha messo in fila il resto della concorrenza superando 4,60. Nel corso della riunione la tricolore Cadette Maria Roberta Gherca ha fatto il suo esordio nella categoria Allieve con 3,77, sua terza miglior misura di sempre. L'ancora 15enne dell'Atletica Velletri nella passata stagione è arrivata a 3,91 all'aperto.

a.g.

(hanno collaborato Luca Cassai, Carlo Carotenuto, Mauro Ferraro, Giorgio Rizzoli, Stefano Ruggeri, Myriam Scamangas e Cesare Rizzi)

Fonte: www.fidal.it

comments powered by Disqus
Pubblica con noi

Calendario e classifiche

GIUGNO
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Pista Strada Montagna Lanci Marcia Campestre Trail
Inserisci il tuo evento